ULTIM'ORA

Massa salva il Milan, Silvio via dal calcio.

url-3

di Antonella Lamole – Massa apre l’anno degli orrori arbitrali. Guarda caso in una partita del Milan, peraltro dove i rossoneri perdevanouna gara irrecuperabile. Anzi quasi irrecuperabile…perchè solo il poteva pareggiare con un gol di Muntari che tira alla disperata tentando il rimpallo con Balotelli in netto fuorigioco a 2 metri dalla linea di porta…un rigore più che dubbio su Poli e sopratutto Larrondo a terra fratturato ma lasciato a perire dall’arbitro (sic!) che non ferma il gioco.

Chi è Davide Massa?
Arbitra dal gennaio 1997, ma in appena 10 anni passa dalla serie D alla A. Appartiene alla sezione di Imperia.
Velocissimo l’esordio in , che avviene domenica 23 gennaio 2011 in -Lecce. E’ il primo arbitro di A nella sezione di Imperia. Decisivo già alla sua seconda partita in , Udinese-Bari, in cui accorda ai friulani un di rigore risultato poi decisivo per la vittoria 1-0 sui bianco.
A fine stagione è designato per i play-off di Serie B tra Padova e Varese, disputata il 2 giugno. Per questa designazione è da : nessun altro arbitro al primo anno in C.A.N. B è stato mai designato né per i play-off né per i play-out.

Alla fine della stagione 2010-2011 colleziona 20 presenze in Serie B più la gara dei play-off, risultando l’arbitro neo-immesso (cioè promosso dalla C.A.N. PRO con più gare in Serie B e, inoltre, il neo-immesso con più presenze in . Dove arriva appena il 2 luglio 2012. Al termine della stagione sportiva 2012-2013 ha al suo attivo 22 partite in .

Nel novembre 2009 è stato designato per due gare tra nazionali Under-16 nell’ambito del quadrangolare Val-de-Marne (dove presenziarono Italia, Spagna, Francia e Olanda), dirigendo due gare: Olanda-Francia e Francia-Spagna. Nell’agosto 2010 è stato designato per la Manchester United Cup, insieme al collega Emilio Ostinelli di Como.

Nel giugno 2012 è designato dalla CAN B per dirigere una delle due semifinali di ritorno playoff, per l’accesso in , tra Hellas Verona e Varese suscitando, con la propria pretazione di due episodi dubbi in area varesina, la reazione polemica della dirigenza veronese.

Non essendo un fuoriclasse, anzi più che mediocre come si è notato in -Milan, tirate voi le somme.

Quindi bisogna dire con forza che Berlusconi deve andarsene non solo dal . Il suo Milan è indecente e questo condizionamento arbitrale in funzione della campagana elettorale è una cosa indecente!

All’ la partita è stata a dir poco rocambolesca all’: il Toro di Ventura l’aveva meritata, il Milan già persa. Fino a quando è entrato in azione l’arbitro Massa.
Il Toro ha dominato per 80 minuti, portandosi sul 2-0 con le reti di D’Ambrosio (47′) e Cerci in contropiede (71′).
Il Milan però porta via un clamoroso 2-2 in extremis: Muntari all’88′ riapre il risultato e Balotelli su di rigore per fallo dubbio su Poli al 95′ pareggia.

PAGELLE.
Cerci, 7: Il tecnico è convinto che da seconda punta può fare 15 gol. Negli spazi è devastante, con una difesa lenta lo è ancora di più. Il gol suggella una prestazione sopra le righe.
Poli, 6.5: Entra in punta di piedi al posto di Montolivo. Vaga per il campo per tutto il secondo tempo, poi decide di essere decisivo e porta i suoi al pareggio con azioni caparbie.
D’Ambrosio, 6.5: Sulla fascia che non sente sua, trova un gol da brasileiro. Spina nel fianco per la difesa rossonera, Zaccardo lo soffre parecchio.
De Jong, 6.5: Anche con la squadra sotto di due gol è il migliore in campo e l’ultimo a mollare. Lotta su tuttti i palloni e ne recupera a quantità industriale.
Ventura, 6.5: L’impresa di battere il Milan per lui era possibile. Aveva ragione, ma è stato sfortunato. Certo chi ha giocato meglio aveva la maglia granata.
Kakà. 6: Di stima. La difesa italiana, Bovo e Vives su tutti, gli dà il bentornato con un paio di ni ben assestati. Fa il suo, ma la luce l’accende poco. Avrà tempo.

TABELLINO. -MILAN 2-2
(3-5-2): Padelli 6,5; Glik 6, Bovo 5,5, Moretti 6; Darmian 6,5, Brighi 6, Vives 6, El Kaddouri 6, D’Ambrosio 6,5 (35′ st Pasquale 5); Cerci 7 (31′ st Larrondo sv (48′ st Farnerud sv)), Immobile 6. A disp.: Berni, Gomis, Rodriguez, Maksimovic, Scaglia, Basha, Bellomo, Meggiorini. All.: Ventura 6,5
Milan (4-3-1-2): Abbiati 5; Zaccardo 5,5, Mexes 6, Zapata 5,5, Emanuelson 5,5; Montolivo 5,5 (45′ Poli 6,5), De Jong 6,5, Muntari 6; Kakà 6 (24′ st Birsa 5,5); Robinho 5 (13′ st Matri 6), Balotelli 6. A disp.: Amelia, Coppola, Constant, Vergara, Cristante, Nocerino. All.: Allegri 5,5.
Arbitro: Massa

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply