ULTIM'ORA

Marcell da Desenzano, entrato a Tokyo nell’Olimpo dell’Atletica!

173836388-16b50959-0477-42b0-94cd-adff5ee501d3

di Serena Paoletti – Atteso a ‘Casa Italia’ per i festeggiamenti storici, Marcell Jacobs si gode la medaglia d’oro nei 100 metri alle Opiadi, vinta in 9″80. La .

E’ nato al El Paso in Texas nel 1994, ma cresciuto a Desenzano del Garda, arrivato quando aveva un anno e mezzo. Papà Lamont è ex milie dell’Us Army alla base di Vicenza, mamma Viviana italiana, il giorno dopo la qualicazione in batteria con 9” e 84, primato europeo, aveva rivelato: “L’obiettivo di Marcell è correre la nale sotto 9”90”.

Ci è riuscito entrando nella leggenda.

Quando lo scorso si è presentato agli di Tortun, in Polonia, per prendersi l’oro indoor nei 60 metri in 6”47  – miglior prestazione mondiale e nuovo record italiano – si era capito che Tokyo saree stata la sua grande occasione, confermata dai tempi: 9”94 a maggio a Savona, poi 9”84 in batteria e inne 9”80 nella notte da leggenda di Tokyo.

La riconciliazione con il papà, con il quale il rapporto è stato burrascoso per tanti anni e “non è ancora risolto però almeno adesso ci parliamo: il traduttore di Google mi dà una mano con l’inglese…”, gli ha dato serenità, liberato mentalmente….

I tatuaggi raccontano la sua vita: l’amore per la moglie e per i tre gli, le gioie e le sofferenze. Ora ci sarà spazio anche per incidere la data indimenticabile: 1 2021.

Ed il posto nell’Opo dell’atletica leggera.

A ne gara davanti alle italiane è esploso, meno ai media nazionali, per colpa Colpa dell’inglese appena masticato, come aveva ammesso qualche mese fa: “​A 18 mesi ero in Italia, i miei gli sono nati qui, mi sento italiano in ogni cellula del mio corpo, tanto che con l’inglese sono in difcoltà!”.

Marcell, i tuoi occhi parlano… mentre i nostri cuori battono forte!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply