ULTIM'ORA

Mancio fa 3 punti: ok Berardi, Florenzi e Gigio. Male Insigne…

berardi.italia.2020.21.insigne.750x450

di Paolo Jr Paoletti - “Primo tempo ottimo, abbiamo fatto due gol ma potevamo farne altri due, nella ripresa potevamo fare meglio. Abbiamo tenuto più palla e la facevamo girare meno velocemente ma dopo cinque mesi ci può anche se”. Roberto  analizza la vittoria contro l’Irlanda del Nord qualificazione ai 2022.

Spiega “Le assenze di e di Barella dall’inizio? Pellegrini e Locatelli hanno fatto un’ottima partita. L’Irlanda del Nord è una squadra molto fisica, lo sapevamo. Nel secondo tempo noi abbiamo sbagliato troppo ma ci sta”.

L’Italia vince la prima di qualificazione a Qa 2022. Basta un grande primo tempo in cui segnano prima Berardi, al terzo gol consecutivo in Nazionale, poi Immobile, che non segnava da novembre 2019, 9-1 all’Armenia. Risposta importante dopo la vittoria della Svizzera in Bulgaria, ovvero le due favorite per la vittoria del girone.
Nel primo tempo, super Flo, grande Berardi e un’ottima pressione; nel secondo l’Italia rallenta, sbaglia troppo, concede tante occasioni agli avversari per errori di superficialità, come il passaggio di Locatelli che manda in porta White. Bravo Donnarumma a tenere la porta inta.

E’ un’Italia che crea poco, ma resiste e non subisce gol, pur rischiandolo. Iniziare bene era l’obiettivo, domenica si rigioca in casa della Bulgaria.

I VOTI. Donnarumma 7: primo tempo in relax, secondo super impegnato. Salva su White dopo uno sciagurato retropassaggio di Locatelli, poi si fa trovare pronto in altre due occasioni. Decisivo.

Flo 7: è lui a mandare in porta, con un preciso lancio, Immobile, creando così la prima palla gol del match. Ed è lui a mandare in porta Berardi per il gol dell’1-0. L’aria di Parigi gli ha fatto bene. E il diritto di riscatto a 8 milioni è un affare.

Bonucci 6: ordinato, con Chiellini sull’uomo si dedica all’impostazione, senza strre.

Chiellini 6,5: sull’uomo è ancora il difensore italiano più forte. Nei corpo a corpo e con le palle alte si esalta.

Emerson Palmieri 6: presenza in area avversaria, sfiora il gol di testa. Ha voglia di fare e si vede: in estate sarà uomo mercato, con e essate. Cala alla distanza, negli ultimi mesi ha giocato 91 minuti complessivi.
(dal 75′ Spinazzola 6,5: appena entrato fa vedere una delle sue accelerazioni. Carta importante per , sfiora anche il gol nel finale )

Pellegrini 5: mai nel vivo del gioco, vaga per il campo, fuori ritmo rispetto ai compagni. Peggiore in campo degli azzurri.
(dal 64′ Barella 6: accelera, prova ad andare sempre in verticale. Sarà utile nelle prossime due)

Locatelli 5,5: impreciso. Non è regista da centrocampo a tre, sbaglia qualche apertura di troppa e rischia di rimettere in partita l’Irlanda del Nord. Bene in fase di contenimento.
(dal’84′ Pessina sv)

5,5: anonimo. E , per il centrocampo dell’Italia, non può essere anonimo. Qualche sprazzo dei suoi nel finale, ma quello ammirato in contro il Barcellona è altra roba.

Berardi 7: terzo gol consecutivo in Azzurro per l’esterno del Sassuolo. Il più attivo sin dall’inizio dei tre là davanti, sempre nel vivo del gioco, sia con la palla tra i piedi che attaccando la profondità. Serve un cioccolatino a Immobile, ma è bravo il portiere avversario a rispondere al centravanti azzurro. Migliore in campo(dal 75′ Chiesa sv )

Immobile 6,5: al primo pallone toccato, fa un buono stop ma poi mastica la conclusione. Si rende pericoloso una seconda volta, su un cioccolatino di Berardi, ma sbatte contro il portiere. La terza volta, però, è quella buona: mancino, con l’aiuto del portiere, e gol ritrovato dopo quasi 2 anni.

Insigne 6: va a sprazzi, regalando grandi giocate (vedi lo stop col mancino nel secondo tempo su apertura di Barella) e grandi pause.
(dall’84′ Grifo sv)

6,5: non sbaglia una partita. Sceglie Berardi e ha ragione. La squadra cala nella ripresa, ma ha un’identità ben precisa.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply