ULTIM'ORA

L’Inter stringe Manolo: proposta per gennaio.

Gabbiadini.Napoli.2015.16.esulta.356x237

di Nino Campa - E’ sempre più guerra tra l’entourage di Manolo Gaiadini e Maurizio Sarri.
L’attaccante (classe 1991) contro il Midtjylland, realizza una seconda doppietta che migliora ancora le sue già ottime statistiche.

Il r , quando c’è, segna sempre. Ma nel non trova posto nonostante le sue enormi potenzialità.
Sarri continua a preferire il tridente Insigne--Callejon, e quando uno di dei 3 risposa, è sempre Martens il primo dei panchinari.

Finora Gaiadini è stato utilizzato solo 183 minuti su 990. Un andazzo già chiaro durante il precampionato che ha sguinzagliato l’agente del calciatore, che sul proprio sito, playermanagement.eu, racconta i dati del suo assistito.
Una frecciata a Sarri?

IL . “Quando Manolo Gaiadini gioca, fa gol. Sempre e comunque. Doppietta al Midtiylland nella quarta giornata della fase a gironi d’ (5-0 in favore del ), bissando quelle di due settimane prima. Quattro reti, una ogni 72 minuti disputati nella competizione europea, nella quale diventa il capocannoniere, e cinque totali in stagione, dove le statistiche parlano chiaro: 472 minuti giocati, cinque centri, alla media di uno ogni novantaquattro giri di lancetta sul terreno di gioco. Quando Gaiadini è in campo, segna”.

Un bugiardino, descrive bene le istruzioni per l’uso: se gioca, segna.
Istruzioni dirette a chi non si è reso conto dell’efficacia di questo giocatore. Intanto a Milano, sponda , le antenne sono sempre dritte perché alleneree molto volentieri Gaiadini.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply