ULTIM'ORA

Lacrime Rafa, Perez: madridista vincente!

tag_reuters.com0000_binary_lr2eb630vmq89-baseimage

di Carmen Castiglia - Lacrime di gioia e commozione, così R Benitez davanti le telecamere alla presentazione ufficiale da nuovo allenatore del : “E’ un giorno emozionante perché torno a casa. Spero di vincere tanto e che la squadra giochi un buon calcio”.

Più loquace Florentino Perez, ssimo della Casa Blanca: “R respira calcio e madridismo. Al siamo sempre esigenti e Benitez saprà lavorare duramente per raggiungere gli obiettivi che sono il sogno dei si. E’ un allenatore che del lav e della passione fa il suo punto di forza, ma è conosciuto per il suo ottimo modo di preparare la partita e per il suo palmares”.

Ma anche un al passato: “E’ un uomo di casa, ha giocato qui dai 13 ai 20 anni ed ha allenato in diverse categorie”.

Troppo forte il richiamo della casa madre per R Benitez, che ha colto l’occasione della vita e la sfida più importante della sua carriera: allenare la squadra dove ha è cresciuto ed ha esordito da calciatore dai 13 ai 20 anni; ma anche da allenatore, scalando tutte le categorie del settore le per 9 anni, dal 1986 al 1995.

Benitez è solo il quarto allenatore nato a Madrid sulla panchina del Real.
Prima di lui Paco Brau negli anni ’30 e ’40, il mitico Miguel Muñoz vittorioso in 9 Liga , 3 coppe del Re, 3 Coppe e una Coppa Intercontinantale in 14 stagioni… e la meteora Remon, solo 3 mesi sulla panchina merengue nella stagione 2004-2005 al posto di Camacho.

Nel giorno della presentazione di R Benitez, il a sorpresa ha presentato ufficialmente anche Fabio Pecchia. L’ vice tecnico e centrocampista azzurro farà parte dello staff dei blancos per i pmi tre anni. Pecchia anch’egli molto emozionato ha posato per alcune foto all’interno del Santiago Bernabeu.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply