ULTIM'ORA

La Juve raddoppia, secondo stadio!

area.continassa.torino.1400x840

La Juve si rifà il look, ancora una volta. In casa bianconera non si accontentano: dopo lo – prima e poi Allianz -, e dopo la Continassa è pronto anche il progetto per un nuovo piccolo , con obiettivi e funzioni precise. La nuova sede, con tanto di centro di allenamento, albergo e dotato delle ultime tecnologie, ha fatto breccia nel : la società si è dimostrata all’avanguardia, lavorando con idee chiare e puntando al futuro. Dal nuovo logo in poi, il diktat bianconero è stato uno solo: marketing e investimenti, progetti e un focus totale sul brand, da esportare nel mondo. Così, la Juve pensa in grande e non si ferma, così prova a rendere tà l’ultima nuova idea. Ecco come.

IL PROGETTO – Vinovo per la Primavera e le Women, Novara per la League delle ragazze, il ‘Moccagatta’ di Alessandria per la nuovissima Under23 (accasatasi lì tra le polemiche dei si locali). La Juve ha sparso le sue squadre in giro per il Piemonte, nei dintorni di Torino e anche un po’ più lontano, per garantire a tutte spazi e mezzi consoni alle competizioni, perchè la mentalità e sempre la stessa, per tutti: vincere. Ma questa divisione potrebbe non essere più presente, a partire dal prossimo anno o forse tra due. La Juve, infatti, sta valutando la fattibilità di un nuovo progetto: uno di piccole dimensioni, circa 5000-6000 posti totali, costruito di fianco all’Allianz , quasi come una sua appendice, da dedicare solo a Primavera, Women e U23. Ma dove? Come riportato anche da Tuttosport, l’idea bianconera sarebbe quella di sfruttare lo spazio occupato dal palazzetto (Palatorino), caduto ormai in disuso. Un’area non troppo lontana dalla Continassa, per cui servirà un accordo con il .

COME SARA’ – La prima idea porta a un prefabbricato, posto di fianco alla grande casa bianconera, sulla scia di quanto fatto da club come Manchester e Barcellona. Una nuova casa buona anche per la futura (forse) Serie B, ma che soprattutto risponderebbe al sogno della dirigenza: regalare ai si una giornata di sola Juve. Le gare del pomeriggio tra Under e Women, il J-Museum, lo store e poi la grande partita la sera, allo . Insomma, un circolo completo di sangue bianconero, un programma che per il club significherebbe nuovi incassi da record, un unicum in Italia.

In pochi mesi la costruzione potrebbe già essere pronta, per essere inaugurata nella prossima stagione, ma mancano ancora alcuni passaggi burocratici.
Un anno dopo l’altro, la Juve è pronta a crescere, un anno dopo l’altro arricchisce le proprie strutture e se stessa.

* da il Bianconero

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply