ULTIM'ORA

Juve, gli ottavi valgono 43 mln: si respira, si compra.

20141003_allegri_agnelli

di Antonella Lamole - Tirando le somme si capisce la tensione di Allegri prima dell’Atletico. Gli di portano 43 milioni di euro, tanto ha incassato la dalla fase a gironi, cancellando la sconfitta di un anno fa a Istanbul contro il Galatasatay.
Dopo 2 anni, la torna tre le 16 migliori d’: passo avanti del calcio italiano nel ranking Uefa e nei conti.
Il club bianconero resta indietro rispetto alle big: Barcellona, Madrid o Bayern Monaco, o Chelsea, ma con qualche innesto a gennaio proverà a superare anche gli contro una delle prime non tutte irresistibili come Porto e Monacò. Deciderà il .

FPF. ​Quarantatre milioni, sono la somma di: 8,6 mln di contributo fisso per la fase a gironi, 3,5 di per i risultati (1 milione a vittoria e 500 mila per il pareggio) e 22,6 milioni di euro di market pool, ossia la quota dei diritti televisivi che spetta alle squadre italiane e ripartita quest’anno tra e Roma secondo l’ultima posizione in classifica. In aggiunta circa 5 milioni di euro di botteghino e altri 3,5 milioni di euro di o per passaggio agli . Numeri fondamentali per il fairplay finanziario ed il mercato.

è su Martin Montoya, 23 anni esterno del Barcellona, giusto per rinforzare la rosa di Allegri.
Nei pmi giorni e Paratici tratteranno con il Barcellona. Montoya, seguito anche dal Liverpool, schierato titolare solo una volta da Luis Enrique. Ma il suo contratto scade nel 2018.

Si starebbe chiudendo anche per Andres Felipe Tello, un ’96 ribattezzato ‘nuovo Cuadrado’. Arrivare a gennaio per 1,2 milioni di euro.
Il colombiano dell’Evingado non sarà più parcheggiato a Cagliari a gennaio ma resterà bianconero fino a giugno. Dopo potrebbe passare ai rossoblu in prestito.

Montoya e Tello sono 2 giovani talenti, che la ha scelto per migliorarsi e ringiovanire i ranghi.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply