ULTIM'ORA

Jacobs-Tamberi, che orgoglio: ori storici nei 100 e nell’alto!

ee94431e3108999824192ec711321286

di Serena Paoletti - Più alto, più forte, più veloce… meglio se insieme! Jacobs e Tamberi riscrivono il motto olimpico, concretamente e meglio del CIO, vincendo due ori a Tokyo a più o meno pochi minuti l’uno dall’altro, nei 100 metri e nel salto in alto!!!

Questa è l’ di cui andare orgogliosi, queste sono imprese che resteranno nella dello sport no e !

L’uomo più veloce del mondo è no… è Marcell Jacobs a vincere la finale dei 100 alle 2020. Il 26enne, era già il primo no di sempre a correre una finale dei 100 ai Giochi,  poi li ha addirittura vinti in 9’’80 migliorando il record europeo già ottenuto in semifinale. Sul podio anche Kerley e De Grasse.

“Vedere Tamberi mi ha ato un sacco. Sono la persona più felice al mondo in questo momento”, Marcell subito dopo aver vinto l’oro spiega: “Domani non vedo l’ora di sentire l’inno sul gradino più alto del podio. È un sogno, ci metterò una settimana per rendermi conto. Mi sentivo meglio della semifinale e mi sono detto che non avevo nulla da perdere. Vincere alle ripaga delle tante batoste prese in passato. Sono grato al mio staff, aiamo fatto un grande lavoro a partire dall’indoor. Sono persone fantastica. Anche con Nicoletta Ramazzi, la mia mental coach, ho lavorato tanto. Dedico la in primis a mio nonno che non c’è più e a tutta la mia famiglia”.

Qualche minuto prima del 1oo piani, Gianmarco Tamberi aveva regalato a se stesso e all’ a la soddisne più grande nella finale maschile di salto in alto: medaglia d’oro.

Il primatista no, giunto in finale dopo una semifinale che non l’aveva pienamente soddisfatto, sfodera una prestazione magistrale e sale sul gradino più alto del podio con la misura di 2.37.

Percorso netto, senza errori per lui: l’atleta marchigiano salta al primo tentativo le misure di 2.19, 2.24, 2.27, 2.30, 2.33, 2.35 e 2.37. Fallisce i tre tentativi a 2.39 ma poco importa, perché il ri per la medaglia d’oro, il campione Mutaz Essa Brashim, non migliora la prestazione del nostro atleta, decidendo per la medaglia d’oro -aequo.

“Sono orgoglioso di voi, vi ho seguito: state onorando l’”. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi ha subito telefonato a Tokyo al numero di Giovanni Malagò, per complimentarsi per la splendida giornata dell’ alle . Poi si è fatto passare i due atleti che hanno vinto la medaglia d’oro nell’atletica, prima Jacobs, poi Tamberi, ha ribadito i complimenti e ha concluso: “Siete stati bravissimi, vi aspetto a Palazzo Chigi”.

 

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply