ULTIM'ORA

Italicum slitta in Parlamento. Avaaz ‘chiama’ gli italiani: no Renzi-Silvio!

++ Renzi, Pd leale ma governo così aiuta riforme? ++

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

‘Avaaziani’, in queste ore il Parlamento potrebbe dare a la più grande opportunità di sempre di tornare presidente, ma bastano pochi parlamentari per impedire questa drammatica risurrezione e se agiamo subito li possiamo portare dalla nostra parte.

Il patto elettorale Renzi- è folle: gli ultimi sondaggi dicono che darebbe a alte probabilità di conquistare l’o Par! lamento. Inoltre continuerà a negare a noi cittadini il diritto di decidere chi siede in Parlamento e farà fuori ogni possibilità che nuovi movimenti entrino nelle istituzioni, blindando lo status quo. Non è quello di cui l’Italia ha bisogno. Ma ora sempre più parlamentari stanno facendo resistenza, e se ci facciamo sentire subito possiamo convincere i pochi indecisi di cui abbiamo bisogno per impedire questo accordo.

Il voto decisivo potrebbe essere già in queste ore: clicca subito per firmare e non appena raggiungeremo le 100mila le consegneremo pubblicamente ai parlamentari chiave per far aumentare la pressione su di loro:

http://www.avaaz.org/it/italy_electoral_law_h/?tCvOBgb

L’affluenza alle urne degli italiani sta crollando perché non ci fidiamo più della nostra politica, e una delle ragioni principali è che non possiamo neppure scegliere i nomi di quelli da cui siamo rappre! sentati. L’attuale accordo Renzi-, con le sue liste bloccate, semplicemente non risolve il problema. Inoltre è chiaramente una trappola di : è cucita perfettamente attorno ai numeri che gli danno gli ultimi sondaggi per permettergli di ottenere una facile vittoria. È un incubo e lo dobbiamo scongiurare.

Renzi dice che ne abbiamo bisogno per la stabilità, ma quello che sta succedendo è esattamente l’opposto: in questi giorni media stanno riesumando decine di piccoli partiti fasulli che renderanno un completo caos qualsiasi nuovo Parlamento. Allo stesso tempo la legge farà a pezzi le possibilità di qualsiasi vero nuovo movimento che voglia cercare di farsi rappresentare in Parlamento, con uno sbarramento dell’8% impossibile da raggiungere: esperti costituzionalisti, tra cui Stefano Rodotà, sostengono che questo, assieme al facile premio di maggioranza pro-, la potrebbero rendere addirittura incostituzionale.

Il dibattito alla Came! ra è iniziato proprio ora e possiamo essere fondamentali per convincere i pochi ulteriori parlamentari necessari per conquistare gli emendamenti che potrebbero cancellare l’accordo e darci la legge elettorale dei cittadini di cui l’Italia ha bisogno.
È fondamentale, firma ora e condividi con tutti: http://www.avaaz.org/it/italy_electoral_law_h/?tCvOBgb

Con oltre 1,7 milioni di membri in Italia, la capacità di Avaaz di incidere per ottenere decisioni che tutelino gli essi e la volontà di tutti i cittadini sta crescendo enormemente. Tte le nostre azioni in grado di finire sulle prime pagine di tutti i giornali e la pressione focalizzata sui parlamentari chiave, solo alcuni mesi fa siamo stati importantissimi per ottenere il voto palese con cui poi è stato espulso dal . Ora questa comunità può essere di nuovo fondamentale per fare in modo che un condannato in via de! finitiva resti per sempre fuori dalle nostre istituzioni, e per ottenere una legge elettorale che ci permetta di scegliere davvero chi ci rappresenta.

Con speranza e determinazione,
Il team di Avaaz… Luca, Luis Dalia, Aldine, Alice, Ian

Ansa – Uno slittamento di 48 ore, per votare in Aula gli emendamenti alla legge elettorale “dopo la direzione del Pd”, anticipata al 13 febbraio. Lo hanno chiesto i democratici per voce del capogruppo in commissione Affari costituzionali Michele Fiano, dopo l’approvazione da parte del Comitato ristretto dei tre emendamenti del relatore Francesco Paolo Sisto (Fi) che recepiscono le nuove soglie del 37% e del 4,5% e il meccanismo di assegnazione dei seggi nei collegi. Sulla richiesta deciderà la capigruppo, in programma nel primo pomeriggio.

“Io mi fido del Pd e il Pd ne esce solo come una squadra unita. Se non portiamo a casa questo passaggio salta l’Italia e l’Italicum. Non salta solo una leadership ma tutto”. È l’appello all’unità del Pd che Matteo Renzi ha rivolto all’assemblea dei deputati alla vigilia del voto sulla legge elettorale. La legge elettorale, ha proseguito, è frutto di un accordo tra alcuni partiti e “non può essere modificata in modo unilaterale”. La riforma è “innovativa perché dà certezza sul bipolarismo, mette fine a coalizioni litigiose e la sera si sa chi ha vinto”.

Il segretario del Partito Democratico ha poi toccato il tema del governo. “All’esigenza di tenere insieme legge elettorale e riforme non basta rispondere con un emendamento. La domanda è: il governo così com’è aiuta le riforme o no?”. Quindi l’annuncio. “Non c’è un problema tra Pd e governo, noi siamo sempre stati leali”, ma il tema “è politico e per questo chiedo di anticipare al 13 la Direzione”. “C’è bisogno di un approfondimento in sede politica. Decidiamo se la batteria di questa legislatura va cambiata o ricaricata. Il punto è se è nelle condizioni di utilizzare l’81% dell’energia che le rimane davanti dopo che ha utilizzato il 19% della barra vita”. Usando la metafora di un videogame Matteo Renzi pone dunque della discussione sul governo “nelle forme che decideremo con il presidente del Consiglio”.

“C’è bisogno di un approfondimento in sede politica. Decidiamo se la batteria di questa legislatura va cambiata o ricaricata. Il punto è se è nelle condizioni di utilizzare l’81% dell’energia che le rimane davanti dopo che ha utilizzato il 19% della barra vita”. Usando la metafora di un videogame Matteo Renzi pone il tema all’assemblea dei deputati Pd annunciando l’inversione dell’odg della Direzione che giovedì “nelle forme che decideremo con il presidente del Consiglio” approfondirà la discussione sul governo.

Il relatore della legge elettorale Francesco Paolo Sisto (FI) ha intanto presentato al comitato dei nove della commissione Affari costituzionali tre suoi emendamenti che definiscono ”il meccanismo di assegnazione dei seggi nel rapporto tra il voto e la rappresentanza”. Le bozze di modifica recepiscono anche le nuove soglie concordate da Renzi e : il 37% per il premio di maggioranza e il 4,5% come soglia di sbarramento per i partiti in coalizione.

E su tre emendamenti alla legge elettorale, attesa in Aula, la minoranza Pd non demorde: il primo è che la riforma entra in vigore solo dopo il superamento del , il secondo chiede primarie obbligatorie pur prevedendo deroghe, il terzo vuole la parità di genere. E’ l’esito della riunione dell’area Cuperlo.

Per la minoranza del Partito Democratico i 3 punti sono dirimenti e “irrinunciabili” a fronte della disponibilità espressa a ritirare gli altri emendamenti, riguardanti collegi e soglie di sbarramento. Per la sinistra, che stasera si riunirà in assemblea con il segretario Matteo Renzi, è segno di “responsabilità” portare avanti queste richieste che devono essere “di tutto il partito”. Del resto, spiegano alcuni partecipanti alla riunione, l’emendamento Lauricella, che chiede che la legge elettorale entri in vigore solo dopo la riforma del , va proprio nella direzione indicata dal segretario di un pacchetto di riforme complessivo.

Sono intanto circa 450 gli emendamenti alla riforma elettorale presentati in Aula alla Camera dai deputati dei vari gruppi.

Altre info:
Italicum, c’è chi dice no. Associazioni e giuristi: “Fermatevi, è incostituzionale” (Il Fatto Quotidiano)

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/02/02/italicum-ce-chi-dice-no-giuristi-e-associazioni-fermatevi-…

Legge elettorale, l’ex premier Monti attacca :«Il patto sull’Italicum un regalo al » (Corriere della Sera)

http://www.corriere.it/politica/14_febbraio_06/legge-elettorale-l-ex-premier-monti-attacca-il-patto-…

Vendola: ”Italicum servito a per tornare sulla scena” (La Repubblica)

http://video.repubblica.it/dossier/legge-elettorale-referendum-no-porcellum/vendola-italicum-servito…

Sondaggi elettorali: con l’Italicum vincerebbe il centrodestra (FanPage)

http://www.fanpage.it/sondaggi-elettorali-con-l-italicum-vincerebbe-il-centrodestra/

Italicum, primo sì alla Camera. Si ricomincia l’11 febbraio (L’Espresso)

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2014/01/31/news/italicum-si-votano-le-pregiudiziali-e-dopo-il-salva--spunta-il-salva-sel-1.150726

Legge elettorale, scoglio voto segreto (La Stampa)

http://www.lastampa.it/2014/01/31/italia/politica/legge-elettorale-scoglio-voto-segreto-8HxwrFPJ4U4ja4CH3y04bO/pagina.html

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply