ULTIM'ORA

Italia impara, in Grecia stop calcio a tempo indeterminato!

1002272_heroa

di Penelope asidis – Alis Tsipras, neopremier di Grecia con SYRIZA al anco ha bloccato privatizzazioni e anche il greco. Il caos nel Panathinaikos-Olympiakos, la stracittadina di Atene più temuta nel mondo è costato lo in tutti i campionati professionistici, a tempo indeterminato.

Stavros Kontoni, deputato, ha incontrato George Borovilo presidente della Super League, Spyros Kalogianni presidente della Football League e Vangelis Topoliati vice presidente della federazione calcistica: insieme non ha avuto altra scelta che bloccare i campionati no a quando non sarà garantita la sicurezza dei e delle città in cui si gioca.

Per i vertici politici e calcistici, la soluzione sarebbe adote il biglietto elettronico con identicazione della persona. “Abbiamo chiesto al ministro di punire gli autori del caos di Atene” dicono alla federazione greca. “Ci sarà un altro incontro per il futuro del in questo e nei pmi anni”.

Il di Atene tra Panathinaikos e Olympiakos era di fatto terminato 2-1 per i verdi: numerosi gli scontri e gli prima, durante e dopo la gara. L’ Palermo Pajtim Kasami, ora al Pireo, è tra l’altro stato colpito da un fumogeno mentre si recava in panchina a inizio ripresa.
Il presidente dell’Olympiakos, Vangelis Marinakis, era invece stato accolto allo stadio Apóstolos-Nikolaïdis da decine di razzi, fuochi articiali e oggetti contundenti lanciati dagli spalti. Nessuna conseguenza per il numero uno biancorosso.

Salvo per un pelo anche il tecnico dell’Olympiakos, Vitor Pereira, che dopo un gesto di reazione verso la seria di casa è stato colpito di striscio a una spalla da una sedia lanciata in sua direzione.
Sospendere il era l’unica cosa da fare!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply