ULTIM'ORA

Squalificate Rudiger per vendita di calzini!

spalletti.roma.dita.faccia.2016.2017.750x450

di na Collina - Luciano Spalletti non ci sta: attacca la squalifica di Strootman per 2 giornate toltogli contro Milan e .
Squalifica per simulazione che il tecnico commenta… “Possiamo aspetci di tutto, mi auguro che non venga squalificato Lulic, altrimenti arriverebbe anche per Rüdiger per aver simulato la vendita di calzini a Stoccarda”.

Spalletti con la qualificazione ai sedicesimi di Europa League in tasca, pensa già al Milan lunedì: “Sono rimasti a casa 5 giocatori, ci sono piccoli problemi. Trauma contusivo alla caviglia destra per Manolas, De Rossi ha la stessa infiammazione al tendine d’achille, per Rüdiger programmato, Perotti ha un rio muscolare al tricipite sinistro e al flessore sinistro. Calciatori che devono recuperare per lunedì”.

In Europa anche per verificare il di Vermaelen: “Mi aspetto una buona prestazione, l’ho visto in condizione negli allenamenti. È pronto per giocare una partita. Mi aspetto risposte importanti da chi ha giocato meno. Vogliamo divene vanno in campo solo per vincere, per evidenziare il marchio di una squadra che è la . La testa fa la differenza. giocando male ti vengono incertezze per la gara successiva, dobbiamo dare sempre il massimo in ogni partita”.

RICORSO. Intanto verrà valutato venerdì il ricorso presentato dalla contro la squalifica di Kevin Strootman. L’avvocato Grassani spiega quali sono i punti oscuri della squalifica.
Tutto si basa sulla “evidente simulazione” stata a Strootman dopo lo strattone datogli da Cataldi (strattone costato il rosso al laziale e sul quale non c’è alcun ricorso che tenga).
“La squalifica di Strootman è una decisione che lascia perplessi, perché pur dando atto dell’espulsione di Cataldi, il giudice non crede al rapporto causa-effetto tra lo strattone del giocatore della Lazio e la caduta di quello della . Questo è l’unico motivo per giustificare le due giornate: il giudice si è spinto a definire “evidente simulazione” la caduta di Strootman. In sostanza il giudice dice che quella strattonata non è causa di quella caduta”.

Ed è proprio quella “evidente simulazione” riportata nel comunicato del Mastrandrea a non convincere Grassani, che definisce il vero vulnus della questione: “Ci troviamo di fronte ad una ridefinizione della prova televisiva, nella quale si fa a vivisezionare l’episodio analizzandone l’entità. Ciò rischia di essere pericoloso perché a questo punto una qualsiasi causa, una mano appoggiata o una maglia tirata o qualsiasi altro contatto, come fa a essere interpretata come responsabile di un conseguente effetto? Credo che si snaturi l’istituto della prova televisiva”.

Il margine per la per vincere il ricorso c’è. E come spiega l’avvocato Grassani l’esito del ricorso potrà essere o la completa cancellazione della squalifica o la conferma: nessuna riduzione, non è prevista dal momento che per una simulazione sono previste due giornate: “I legali della possono sperare in un esito positivo perché il contatto tra Cataldi e Strootman c’è stato: non è una simulazione”.

LULIC. Differente il discorso per Lulic dopo le frasi su Rüdiger. Ecco cosa potrà succedere secondo Grassani: “Il tema è molto delicato: può esserci il deferimento, oppure potranno essere classificate come dichiarazioni lesive o comportamento a discriminazione razziale. A seconda dello scenario può cambiare la sanzione: nel primo caso se la potrebbe cavare solo con ammenda o 1 giornata di squalifica, nella seconda ipotesi le giornate di squalifica potrebbero essere 2 o 3, mentre nel terzo caso si salirebbe a 10 giornate, riducibili con comportamenti mente utili”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply