ULTIM'ORA

Inter, torti Viola: arbitri e potere tv, in ballo 141 mln!

C_29_articolo_1027412_upiImgPrincipaleOriz

di Nina Madonna - Inter e Fiorentina, destini incrociati!
Gli errori degli arbitri, il budget di mercato, la vendetta degli ex…

“Non possiamo permetterci l’enorme danno di una mancata Champions League per l’ennesimo errore arbitrale”. Daniele Pradè accusa…il campionato è falsato dagli arbitri. Nessuno ha il coraggio di dire che è tutto preordinato. L’Inter che tira fuori dal cassetto il dossier-rigori negati, ha vinto a con una rete in fuorigioco di Icardi.
E gli ‘orrori’ arbitrali adesso sono un peso insopportabile: “I punti persi contro Inter e Napoli in una classifica finale fanno la differenza, non possiamo continuare così”.

“Il messaggio va trasferito al nostro azionista di maggioranza, la famiglia Della Valle, e a tutta la città di . In un anno e mezzo abbiamo già ottenuto due grandi vittorie: abbiamo riportato il popolo fiorentino allo e ridato entusiasmo alla proprietà. Non possiamo permetterci di rischiare la disaffezione dei si e della famiglia Della Valle per errori arbitrali”.

E’ un canto di guerra per Nicchi e ma sopratutto per Figc e Lega che accettano ciò cui le paytv ambiscono: la corsa in vetta delle squadre che fanno audience.
Nell’ordine sono: Juventus, Milan, Inter, Napoli, Roma, Lazio, Fiorentina.
E se un anno va male alle milanesi, Juve-Napoli-Roma devono arrivare fino in fondo con il vento in poppa. Ovvero con tanto vantaggio per ammoprtizzare il secondo tempo delle coppe europee…

preso dallo sconforto e dalla paura dei si si è dato un pizzicotto sulla pancia per e D’Ambrosio. Poi Vidic. E’ rimasto Guarin.
Mercato ed arbitri erano un’ossessione. Poi tutto è cambiato, anche i risultati: 6 punti nelle ultime 2 partite.

Questo è il presente. Ora chiuda come si deve la stagione, arbitri o non arbitri.
con Fassone e Ausilio, nonché Williamson uomo di fiducia del presidente che governerà l’Inter nel prossimo triennio, devono tracciare le strategie perché l’Inter consolidi i suoi conti ed i risultati ivi.

è a Giacarta, lo ha raggiunto Fassone con un dossier da 141 milioni di euro: debiti consolidati, debiti garantiti da istituti bancari italiani che provvederà a spostare presso banche indonesiane. E’ il secondo passaggio dei poteri, da al nuovo presidente.
A novembre scorso, per 75 milioni, è passato di mano il 70% delle azioni; ora viene trasferito il debito, dalla garanzie- alle garanzie-.

L’operazione ha consentito a Lotito di intermediare a pagamento il passaggio di queste garanzie.

Per ottenere il sì dalle banche, e i dirigenti hanno predisposto un piano di sviluppo commerciale del marchio Inter che prevede l’espansione sui mercati di Indonesia, Singapore, Thailandia, Malesia, Vietnam e Cambogia. Nella fase 2: Cina, Giappone e India.

Inoltre, il ritorno immediato della squadra in Europa: Europa League, al momento. E qui intervengono gli arbitri!!!

La zona-Champions è lontana, servirà un piano triennale, al 2017, per traguardi più ambiziosi che sono lo scudetto e la Champions League.
Per cui la fiorentina invece è meglio posizionata, ma ha scarso audience!

Venerdì 21 febbraio, c’è il Cda dell’Inter: occasione per ridisegnare il gruppo dirigente e di potere. Uscito Roeslani, avrà formalmente il 56% dell’Inter. Il 30% a , il 14 a Soetedjo.

dsarà in tribuna per Inter-Cagliari e dopo ha detto: “Grazie a abbiamo più fantasia in attacco. Icardi ha dimostrato di essere pericoloso. Samuel è intramontabile guerriero”. Messa in conto CdA la terza vittoria consecutiva, cosa non ancora riuscita a .

Dopo Vidic, l’Inter ha in mano anche Evra. Non è ancora fatta, ma ne stanno parlando Piero Ausilio e l’entourage del giocatore. Anche Evrà è a fine contratto con lo United.

Brutta l’ammissione di Benitez: odio . Alla prima occasiione il tecnico e tutto il Napoli, pagheranno questa dichiarazione.
Pesce grande mangia sempre pesce piccolo. E la Fiorentina lo sa!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply