ULTIM'ORA

Inter e Milan denunciano: regole assurde, Prontera inadeguato.

3238037-66278008-2560-1440

di Paolo Jr Paoletti - e , facce opposte del campionato: i campioni d’Italia che perdono testa e partita schiantandosi 3-1 contro una mediocre; gli outsider della stagione che vincono rimontando 2 gol al Verona con un veemente secondo tempo.

Questo campionato non ha un padrone, non lo avrà no alla ne. Il illude ma potrebbe fare sul serio se terrà questo ritmo no a febbraio, magari fuori dall’Europa Legue. Il stupisce per la reattività facendo a meno di tanti titolari ma è indubbiamente incompleto. Juve e diranno stasera se fanno parte della cordata che punta alla vetta, oppure destinati al limbo delle inseguitrici senza speranza.

Che ci si affastelli sul gol di Anderson è ridicolo. Tutti si venderebbero la madre per un gol in campo, dietro la scrivania, sugli spalti. Il calcio in Italia è marcio da anni, senza educazione e cultura sportiva, utilizzando ogni stratagemma per 3 punti covid o non covid. La vera incognita invece è il ribambia generazionale degli arbitri: il rigore dato al Verona è ridicolo, fa sorridere la regola che assegna quello contro l’ per braccio di Bastoni.

Come si può saltare e restare in equilibro contrastando un avversario con le braccia attaccate al corpo? Chi decide le regole del calcio non ha mai giocato a calcio e non sa di calcio. In più in Italia il cambio generazionale degli arbitri è un elemento di disturbo alla regolarità del campionato.

Irrati non è un novellino ma all’Olimpico poteva fare meglio. Colpa ‘lieve’ perchè lo avrebbe potuto sputtanare la Var  e comunque le immagini avrebbero strumentalizzato una decisione diversa. Ma è evidente che Bastoni non compie fallo di mano volontariamente. La regola falsa e va cambiata.

Diverso a San Siro: Prontera, giovane, ha esordito in A solo lo scorso anno. E’ molto dotato sul piano atletico, restando al centro dell’azione, schia poco e fa correre il gioco. Ha personalità elemento che lo induce ad errori marchiani: in -Udinese 2019/20, esordio in serie A, convalida una rete di Nestorovski da annullare per un fallo di mano netto di Opoku, difensore friulano. La Var salvò Prontera dall’errore, ieri a non lo ha fatto.  Alessandro Prontera è un dentista, esercita a Bologna dove vive da un po’ e in -Verona si è tolto la mola dell’errore condanna tutti. Impari ad essere meno impulsivo, chiedendo aiuto alla Var.

NOTE. In rimonta il  di Pioli batte 3-2 il Verona dopo aver chiuso il primo tempo sotto di due gol. Gialloblù letali con Caprari e il rigore (inventato) di Barak. Al 59′ Giroud riapre di testa; poi dal 76′ al 78′ prima il rigore di Kessie e poi l’autorete di Gunter danno i tre punti al .

Amaro a per Simone Inzaghi alla prima da ex contro la . L’ perde 3-1 e incassa da Sarri la prima scontta in campionato. All’Olimpico troppe polemiche. Perisic (12′) sblocca dal dischetto, poi Immobile (64′) pareggia ancora su rigore, Felipe Anderson (81′) ribalta  segnando con Dimarco a terra… Milinkovic Savic (91′) fa tris. Nel nale espulso Luiz Felipe.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply