ULTIM'ORA

Il silenzio, ultima arroganza di DeLa: Sarri basito!

image

di Paolo Paoletti - Ma come si fa ad imporre il silenzio, prima necessità dell’essere sociale?

Fa benissimo Sarri a prendere distanza su questa stupida e arrogante imposizione di
“Ci sarebbe una clausola che vieterebbe all’ allenatore di parlare con chiunque e dovrà chiedere l’autorizzazione alla società. Lui è persona cui piace discutere di calcio, a Napoli dovrebbe tacere per imposizione”. Lo svelamento è della Gazzetta dello Sport, motivo di ritardo della firma del contratto…

Inoltre non vuole pagare i 4 collaboratori del tecnico napoletano. Niente di nuovo per il cinepresidente spilorcio!
Al momento vicino all’accordo è il preparatore atletico Calzone.

A questioni ‘risolte’, Sarri firmerebbe col Napoli a 1,2 milioni più bonus.
E’ vomitevole, questa modalità di è da baraccone. Come tutti i 10 anni fin qui dal lui gestiti.
Fortuna e circostanze convergenti gli anno consentito di portare a casa 2 coppe italia, la supercoppetta, un secondo posto: adesso con il rilancio delle esi, l’esigenza della di dare risultati al progetto o di , la jiuve che magari non vincerà il quinto per puntare la Champions ma senza mollare il podio della serie A, qualche exploit inatteso che c’è sempre di una medio-piccola come la Lazio, chiuderà l’equivoco, sbugiardando e le sue bigie!

Reina? Allan? La campagna e cessioni andrà valutata alla partenza per il ritiro, dove un tecnico (Sarri?) che ricomincia da zero ha necessità di costruire una mentalità, una idea di gioco, le del gruppo. Fin da subito.
A questo proposito per impegni con le Nazionali in Copa America, Higuain sarà disponibile solo da luglio, forse agosto dovesse chiedere le dovute ferie. Come tutti i giocatori della A chiamati da , Uruguay, Brasile, Colombia e Cile presumibilmente semifinaliste di questa edizione.
Con risvolti analoghi al post-mondiale.

Un Napoli italiano?
Bene! Dove è finita l’internazionalizzazione – valore imprescindibile – che ci è stata propinata per anni?
è solo un improvvisatore, come nel dna dell’affarista che lo anima.
L’intuizione di buttarsi sul Napoli – neanche sua, in quanto suggerita e sollecitata da -Berluconi, via Carraro… – gli ha fruttato, un centinaio di milioni netti in 10 anni. Più bonus: popolarità, credito illimitato con le banche, Città del Cinema, soci importanti come Della Valle, chash flow notevole…
Possibilità mai viste neanche col binocolo con la sua piccola Filmauro.
Tutto merito dei napoletani, ripagati con ogni sorta di truffa: dagli abbonamenti sviliti dal prezzo biglietto unitario inferiore, alle promesse di grandezza mai esistita, al silenzio imposizione ai tesserati per paura di scomode dichiarazioni.
Cari napoletani, serve un altro padrone. Con questo qui c’è solo da rimetterci.
Se hanno trovato, Inter, e …perchè non potrebbe il Napoli?
Chi può si dia da fare!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply