ULTIM'ORA

Il Napoli vince per stanchezza: male Higua.

Soccer: Serie A; Palermo - Napoli

di Paolo Paoletti - Il risultato di una partita a volte è sincero a volte bugiardo. E i pali possono cambiare la direzione delle gare.
Il 4-2 di ha ribadito tutte le lacune del Napoli; il 3-0 al Milan che ci sono voluti ben 60 minuti con un uomo in più per aver ragione di un avversario in 10 al 1′ minuto, sbagliando un altro rigore con e molta confusione in .

Lento, impacciato, timorosa nel primo tempo, il Napoli, ironia della sorte, trova il vantaggio quando esce il suo miglior giocatore…Insigne!
Bel gol di , fa vedere che con i piedi ci sa fare quando la partita è simile ad un allenamento. si rifà delll’erroraccio dagli 11 metri ma la sua partita resta mediocre. Gabbiadini in un modo o nell’altro la butta ancora dentro.
Poco da dire, se non che il Napoli era già con la testa al Dnipro e si ritrova a soli 4 punti dalla e 6 dalla Roma tornata seconda.
Effetti di un campionato men che mediocre, dove accade di tutto ed il suo contrario. Vedi , Parma, Chievo eccetera eccetera…
A 4 partite dal termine, manca poco al tirar delle somme. Molto inciderà l’Europa League che resta la strada più facile per arrivare in .
E’ questa la vera trovata di , scelta fatta finita la fase a gironi del torneo europeo anche perchè era evidente che l’Europa fosse l’unico modo per rimotivare e i pochi big.
Certo in finale se il Napoli dovesse arrivarci, come può e deve, tutto può accadere.

Quindi le ultime 4 non hanno scusanti motivazionali. Vinte tutte il Napoli ora 59 punti chiuderebbe a 71. Basteranno?
La deve farne 9, la Roma pure. Ma c’è il quando il Napoli va a all’ultima dello , in festa scudetto e chissà come dopo il Real.

Napoli-Milna ha detto poco: 1 a centrocampo respira, non deve correre. 2. Insigne è il vero regista d’ ma solo a sinistra. 3. Se non segna sono dolori e Pipita non può sbagliare rigori e occasioni così.
Dall’altra parte, Bonera a destra al posto di Bocchetti, ha aperto la porta al Napoli.
Senza centrocampo è impossibile giocare, il Milan si è consegnata all’avversario per manifesta inferiorità. Proprio nella zona di campo, dove il Napoli zoppica.

A giovedì, per parlare di campo.

NOTE. Gli azzurri hanno battuto 3-0 il Milan al San Paolo. Sempre peggio la crisi dei rossoneri, rimasti subito in 10 per l’espulsione di De Sciglio dopo 43 secondi. Diego Lopez para il rigore a al 3′ con la difesa del Milan che resiste fino al 70′ quando trova il vantaggio. Poi il crollo, reti di e Gabbiadini in 5 minuti.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply