ULTIM'ORA

Il 6-1 del Barça spiega la Serie A: vergogna Roma!

barcellona-roma-live-771096

di Paolo Paoletti - Siamo chari: il 6-1 di Barcellona scoperchia la mediocrità del campionato no, se la Roma è ritenuta prima candidata allao Scudetto, Napoli e Fiorentina giocano l’Europa League, la Juventus è staccata 9 punti e l’Inter è addirittura fuori dall’Europa!

Barcellona-Roma è stata una mortificazione, sprofondo giallsso che bissa la disfatta contro il Bayern Monaco!!!
Il pari del Bayer Leverkusen col Bate Borisov tiene ancora accesa la fiammella degli ottavi, ma i valori assoluti europei sono inequivocabili.

Demoliti da un terribile 6-1 che segna profondamente l’autostima, le certezze, la testa dei giocatori che non a caso con le sberle rifilate da Pep svanirono in campionato senza più riprendersi riuscendo comunque ad arrivare secondi.
La doppietta di Messi, 202 giorni dopo l’ultima volta, dice qual è la differenza in Champions League. Neymar è di un altro pianeta. ? Ma quale
Che alla festa firmino anche Piquè e Adriano, in estate in procinto giallsso, è un paradosso inaccettabile. E Dzeko, prima sbaglia un fatto, poi un rigore da lui stesso conquistato, prima del bandiera. Insignificante.

Il 9 dicembre, contro il Bate Borisov, la Roma può vincere e rese tra le 16 d’Europa. Ma qualche gionro dopo ci sarà Napoli-Roma, la vera sfida da vincere. In questa chiave la disfatta al Camp Nou mina la tenuta campionato… aprendo inquietanti interrogativi sulla formazione di , a prescindere dalla qualificazione europea.
Sono già 16 i subiti dalla Roma in Champions League, ed anche in , il 2-2 di Bologna, accusa i difficili equi difensivi. Pantano o non pantano che c’era anche per il Bologna.

La differenza col Barcellona è abissale, inquieta l’atteggiamento mentale di una squadra scioltasi in pochi minuti al Camp Nou. Non consentibile neanche in allenamento. Rudi è chiaramente incapace di trovare correttivi tattici a questa squadra cui manca un vero centrale ed un eador. Ma anche un gioco che non può essere solo il contropiede di Salah e del resuscitato Gervinho.

La debacle spagnola entra di diritto nella galleria degli orrori bissando l’1-7 lo scorso anno all’Olimpico col Bayern Monaco e l’1-7 di Manchester contro lo United 2007/2008, in panchina.
Tutti imputati: giocatori, tecnico arrendevole già nel pre-partita, Sabatini con l’ultima campagna acquisti e cessioni.
Perdere contro i marziani è possibile, farsi umiliare senza sussulti è altra cosa.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply