ULTIM'ORA

Icardi ne fa 3: Mazzarri svolta, ma è il Sassuolo.

C_29_articolo_1046603_upiImgPrincipaleOriz

di Nina Madonna - Inter-Sassuolo 7-0. E’ Pazza-Inter, come l’inno. Tripletta di Icardi, due Osvaldo, uno Kovacic… gol e assist anche di , riacquistato da Mazzarri all’ultimo minuto. L’Inter è padrona, il Sassuolo stordito: Zaza irriconoscibile e Berardi si fa espellere dopo un’ora per una gomitata.
In tribuna, gelido Massimo Moratti.

I VOTI.
Icardi 8,5. Il repertorio del gol: il primo da rapace dell’area di rigore; il secondo con tiro miletrato dal ite, il terzo con una “bomba” in diagonale e in corsa. Presentazione ufficiale al nuovo campionato: compenti.
Kovacic 8. Bellezza del gol a parte, tocco da campione, il croato Mateo che ha solo 20 anni era un progetto di fenomeno che fenomeno (forse) diventa. La strada è giusta, ha tutte le qualità fisiche, tecniche e mentali per essere quello che gli interisti aspettano. Speriamo poi che che il Madrid…
Osvaldo 7. Due gol, peraltro facili. Ma sono due gol. E cominciare così, alla ricerca del dialogo con gli altri che non è ancora al massimo, è il miglior modo per sentirsi a casa.
Medel 7. Lo avevamo già visto nello 0-0 di Torino: è il cileno la “chiave” del centrocampo interista in fase di non possesso e di rottura del gioco altrui. Con lui si può rischiare la trazione offensiva e giocare da Inter.
7. Gli bastano pochi minuti per stringere la maglia in un e strapazzarla di rabbia e orgoglio. L’assist per Osvaldo e poi il gol. Uomo-mercato in uscita a gennaio e poi ad , come si vive?
Dodò 7. Il suo ritmo-partita, a sinistra, è incessante. Mazzarri l’ha voluto come “scorta” di Jonathan e Nagatomo, ma visto così dev’essere lui il titolare.
Juan 6. Solo per dire che qualcosa in difesa l’Inter ha concesso, molto poco, ma si tratta di quelle concessioni da distrazione che non sono arrivate sul 5-0, bensì sull’1-0 e sul 2-0, ovvero ancora a partita aperta. E il brasiliano, nel gruppo, ci è parso un po’ così.

Zaza 4,5. Troppe feste e basta barba. Difficile riconoscere nello Zaza di San Siro quello di Bari o quello di Oslo, alla corte azzurra di Antonio . Perdonato, e alla pma. Col Sassuolo, non solo in .
Berardi 4. Rieccolo, ricade in questo suo protagonismo alla rovescia facendosi espellere per una gomitata a metà campo a Juan . Un altro passo indietro se la vocazione dev’essere quella del protagonista. Non così.
Taider 6. Sprecare una sufficienza nel Sassuolo di San Siro può essere fuori dalla linea logica. Ma l’unico che abbia dato pensieri a Handanovic è stato lui, nella prima parte della ripresa.

TABELLINO. INTER-SASSUOLO 7-0
INTER (3-5-2): Handanovic 6; Andreolli 6,5, Ranocchia 6,5, Juan 6; Nagatomo 6,5 (17′ st M’Baye 6), 6, Medel 7, Kovacic 8 (19′ st 7), Dodò 7 (31′ st Palacio sv); Icardi 8,5, Osvaldo 7. A disp: Carrizo, Berni, Campagnaro, D’Ambrosio, Khrin, Kuzmanovic, M’Vila, Obi. All. Mazzarri 7
SASSUOLO (4-3-3): Consigli 5; Vrsaljko 5 (18′ Gazzola 5), Terranova 5, Ariaudo 4,5, Peluso 5; Biondini 5, Magnanelli 5, Missiroli 5 (1′ st Taider 6); Berardi 4, Zaza 4,5 (19′ st Pavoletti 5), Sansone 5. A disp: Pomini, Polito, Antei, Longhi, Acerbi, Brighi, Gliozzi, Fl Flores, Floccari. All. Di Francesco 5

MARCATORI: 4′ Icardi (I), 21′ Kovacic (I), 30′ Icardi (I), 43′ Osvaldo (I), 7′ st Icardi (I), 27′ st Osvaldo (I), 29′ st (I)
AMMONITI: Ariaudo (S)
ESPULSI: Berardi (15′ st) per gomitata a Juan

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply