ULTIM'ORA

Higuain, chiuso un ciclo. Con i suoi 90 mln Adl maiaperto!

download

di Paolo Paoletti - Nel 2016, incassa 90 milioni, dalla cessione con clausola di Higuaiun alla Juve. Pirlo ieri ne ha annunciato lo stop del suo ciclo bianconero. E’ stato un ciclo con 3 scudetti, 3 Coppette Italia, 1 Supercoppa italiana, una finale persa 4-1 col . Un ciclo pieno e ricco (possiamo metterci anche l’ con il Chelsea di Sarri nella finestra in mentre era sempre della Juve)!

Con i del Pipita, il comprò Zielinski, Rog, Diawara, Maksimovic e Milik.
Quattro anni dopo, in nessuno di questi giocatori può leggersi un ciclo…. neanche in Zielinsky che sempre ieri è stato annunciato confermato da ADL al doppiop di stipendio: 4 milioni netti!

Rog e Diawara sono diventati ex ampiamente dimenticati, di Maksimovic si sono ritrovate tracce solo negli 18 mesi; con Milik il discorso, al lordo dei due crociati rotti, vale come per Zielinski: sono passati 4 anni, ma la squadra non dipende da lui, infatti cambierà aria.

Dall’addio di Ancelotti, molti cattivi osservatori hanno detto che il ha sofferto la fine del ciclo cominciato con R Benitez. Certo dopo Rejna, Albiol, Callejon, Higuain, Koulibaly e Mertens non sono arrivati giocatori di quel livello. Affermati o giovani. Anzi è stato un via vai di entrate e uscite senza senso.

Anche dal punto di vista tattico e di spogliatoio, il ha sofferto anche l’aborto dell’internazionalizzazione sbandierata da nel 2016: Rejna è fuggito criticato dal cinepresidente, Albiol ha rifiutato il rinnovo preferendo tornare in Spagna, l’addio di Callejon avrebbe meritato un epilogo diverso anche perchè non c’è un sostituto con analoghe caratteristiche che lo possa rimpiazzare.

Inoltre i prospetti di cui il ha fatto piena la rosa sono rimasti tali, senza che emergessero leader e campioni.
Se da Mazzarri in poi tutti i tecnici avvicendatisi hanno accusato un deficit di personalità, ultimo Gattuso, un motivo deve esserci!

C’entrerà la dirigenza? Ovvero la Famiglia ed il fido Chiavelli?
Come non si possono zittire le responsabilità degli due capitani con la c minuscola: Hamsik e Insigne!
Resta ammettere che i prospetti che oggi dovrebbero splendore per maturità e personalità, sono ancora acerbi, inaffidabili, difficili da decifrare.

Il cancro infatti lo denunciano le sessioni di successive all’addio del Pipita nell’estate 2016: Fabian (2018) e Di Lorenzo e Manolas (2019) non hanno comunque aperto un ciclo e restano a complemento di una rosa insufficiente, che vive ad annata.

Se Albiol e Hamsik sono andati via, mentre Mertens e Callejòn sono invecchiati, intorno a loro i giovani non sono in grado di prenderne il posto. Non hanno mai aperto un ciclo, quindi non l’hanno chiuso.
Per buona pace di Gattuso e Giuntoli!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply