ULTIM'ORA

Higuain avverte Benitez: solo i gol! Palacio lo salta.

url-2

di Oscar Piovesan – Vacanze finite e Higuain comincia il 2014 con un avvertimento a : devo giocare vicino la porta avversaria!

Suona male, quasi una ed una presa di posizione sulle idee del tecnico spagnolo.
Higuain vuole e deve fare : pochi i 9 segnati (4 ) in serie A. Troppo pochi dietro i 14 di Giuseppe , ma anche gli 11 di Tevez e i 10 di Palacio, senza , ormai suo antagonista anche per la maglia da titolare nella .
Come può restare titolare chi segna quanto lo sconosciuto Cerci? E appena uno più di Callejon riserva di Del Bosque e Ciro Immobile, giovanotto granata di belle speranze?

Mentre Cavani si mangiava due fatti contro il Real Madrid nell’amichevole ‘invernale’ a Doha, il non ride al nuovo anno per le promesse di Gonzalo Higuain!

L’Italia sorride al Pipita: “In giro per porta complicazioni, non puoi muoverti tranquillamente. Ma è intensa e mi ha dato subito amore. Mi hanno convinto , proviamo a scrivere la storia. Il mio primo obiettivo…? Vincere il Mondiale in Brasile”.

’ raccoglie confidenze e le speranze dell’argentino a ruota libera: “Amo il e è un posto bellissimo perché vive di , nel bene e nel male. Mi hanno mostrato immediatamente questo amore che ricompensa le privazioni necessarie nella vita sociale”.
Senza mezze misure il Pipita sa bene che riscrivere la storia a … “è difficile, ma è una bella sfida. La Serie A mi permetterà di migliorare come giocatore. Tutti dicono che in Italia c’è un più tattico. E’ così: In Italia si difende in cinque e devi attaccare per trovare spazi”.

Higuain quindi ha imparato a dare una mano anche in difensa ma per questo superlavoro la dice chiara anche a : “E’ accaduto in diverse circostanze: odio essere statico e dò il mio contributo a tutto campo. Ma io sono un giocatore che deve giocare sempre vicino alla porta”.

La storia del a non prescinde da . “Presente per tutta la vita. Non è mai andato via dal cuore dei . Ha fatto molto per questa squadra e a lo ameranno per sempre”.
E Diego ispira i buoni propositi di Higuain per il 2014: “Voglio la salute e la Coppa desiderata da tutti… Sarebbe un sogno vincere in Brasile, ma bisognerà stare calmi. Non si vince un Mondiale senza aver giocato prima la finale”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply