ULTIM'ORA

“Vergognoso”, 4 giornate! Vediamo che vale il Napoli.

C_29_articolo_1093565_upiImgPrincipaleOriz

di Paolo Paoletti - “Vergognoso” è il termine che Higauin ha sparato in faccia a Irrati con l’indice puntato. E’ uno degli elementi nel referto dell’arbitro, insieme alla conferma di una leggera spinta, costata 4 giornate al bomber del Napoli.

Il giudice sportivo Tosel, ‘raggirato’ da Radiomarte, al telefono fa due importanti dichiarazioni:
1. Il calcio è ormai uno spettacolo per la televisione, vagamente agonistico;
2. De Laurentis è noto che non sia simpatico!

Conferma anche che nel referto di , Bonucci non sia stato neanche citato.

Il giudice sportivo ha sanzionato l’espulsione di con 4 giornate di squalifica e 20.000 euro di multa.
Una automatica per il doppio giallo, 1 per espressione ingiuriosa all’arbitro, 1 per gesto irriguardoso fronteggiandolo e ponendogli entrambe le mani sul petto, 1 per atteggiamento aggressivo nei confronti di un avversario, venendo trattenuto dai propri compagni di squadra.
L’attaccante salterà Verona, , Bologna e Roma.
Il Napoli ha già preannunciato ricorso, ma per come è stato motivato il provvedimento sarà diffi ottenere una riduzione.

Tosel nella telefonata ingannatrice di Radiazza ha anche spiegato che Irrati non ha evidenziato pressione delle mani sul petto, diversamente da quanto mostrano alcune fotografie. In quel caso, infatti, si sarebbe trattato di comportamento violento penalizzato con 8 giornate.

Per è stata comminata la stessa pena subita da della Fiorentina, al quale fu ridotta 1 sola giornata di squalifica.

Per Sarri, espulso anche lui durante Udinese-Napoli, Tosel ha deciso 1 turno di stop per aver “contestato platealmente l’operato degli ufficiali di gara rivolgendo loro reiteratamente espressioni ingiuriose”.
Con e Sarri contro il Verona mancheranno anche Mertens e Koulibay, già diffidati e ammoniti al Friuli.

Commento scontato.
1. Grave che la sentenza sia sta anticipata in rete.
2. Inutile chiedersi se la sentenza di Tosel sia giusta o sbagliata.
3. Chi perde la testa non può giocare a questi livelli, ha certamente perso la testa e abbiamo anche già spiegato i vari perchè.

In Italia, c’è la ‘malabitudine’ di giustificare tutto e tutti se si tratta di , Milan, , Napoli e Roma in ordine rigidamente legato al seguito di tifosi e tele.
Atteggiamento alimentato dalla televisione che – come sta facendo Sky – difende per difendere l’audience del prodotto pagato profumatamente ai dei club!

Ne scaturisce, come spiega Tosel, uno spettacolo indegno, so, incapace di se ai fatti con quella indispensabile terzietà fonte della deontologia professionale giornalistica.
Quattro giornate a , metteranno De Laurentis e Sarri di fronte alla verità: quanto vale il Napoli senza il suo bomber?

Alle prossime 4 partite la sentenza di una stagione che ha entusiasmato e al tempo stesso illuso!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply