ULTIM'ORA

GP Belgio, Vettel domina e fugge! Un grande Alonso secondo su Ferrari da rifare. A podio Hamilton, out Raikkonen.

alonso-vettel-l-abbraccio

Quinta vittoria della stagione per, che domina anche il GP del Belgio, undicesima prova del Mondiale di F1. A Spa-Francorchamps il tedesco della Red Bull si è involato sin dal via e non ha avuto rivali. Sul podio sono saliti nell’ordine anche Fernando  (), autore di una strepitosa rimonta dal nono posto in griglia e ora secondo in generrale, e Lewis Hamilton (Mercedes). Settimo Massa, ritirato Raikkonen (Lotus).

Quando al termine della stagione mancano ancora otto gare, è difficile immaginarsi un vincitore che porti il nome diverso da quello di Vettel. Il campione in carica ha quasi due GP di vantaggio (è a +46 punti) su e non si vede chi possa riuscire a colmare questo gap. Anche nelle Ardenne il biondino ha dato una lezione di tattica, velocità e guida da far impallidire. Partenza davanti a tutti dopo essersi sbarazzato in un amen di Hamilton ed ennesima cavalcata vincente: per lui 31 successi, uno in meno di . Insomma, tutto troppo facile, mentre alle sue spalle facevano a ellate.

E così il grande protagonista della domenica è stato , finito nell’occhio del ciclone dopo alcune dichiarazioni e delle qualifiche disastrose. Lo spagnolo è scattato come solo lui sa fare e già nel primo giro era quinto. Da qui è stata una scalata veloce e perentoria al podio. Podio che è riuscito a difendere anche Hamilton, bravo a far rendere al meglio la sua Mercedes, mentre il compagno Nico Rosberg gli è finito alle spalle. Grande delusione, invece, per Mark Webber, penalizzato ancora una volta da un avvio disastroso e poi solo quinto, davanti a un Jenson Button finalmente tornato protagonista.

Quanto all’altra rossa, Felipe Massa ha lasciato spazio al via ad , ma poi ha faticato parecchio, piazzandosi di poco dentro la “top ten”. Che è stata chiusa da Grosjean, Sutil e Ricciardo (pma spalla di Vettel). Giornataccia per Kimi Raikkonen costretto a ritiro mentre gava intorno all’ottava piazza da un problema al disco anteriore: è il primo stop del finlandese dopo 38 GP di fila (Germania 2009) e 27 gare a punti.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply