ULTIM'ORA

Gli eroi di Berlino, 9 anni dopo… Calciopoli e il Mondiale.

campioni-del-mondo_t

di Paolo Jr Paoletti – Sono passati nove anni dalla magica notte di Berlino, quella in cui Fabio Grosso, spiazzando Barthez, regalò all’Italia il quarto titolo . Fu la notte delle parate di Buffon, del gol di Materazzi, della testata di Zidane, della traversa di Trezeguet e dei rigori perfetti degli azzurri: Pirlo, Materazzi, De Rossi, Del Piero e Grosso.
Nove anni fa la gente scese in piazza, festeggiando un successo totalmente insperato prima della partenza per la Germania, tra polemiche, Calciopoli e un Paese indignato.

CHE FATTO I CAMPIONI del 2006?
1 BUFFON. 37 anni Buffon, più in forma che mai, è la guida della ma anche della Nazionale. Punta al in Russia del 2018, quando avrà 40 anni.

2 ZACCARDO. Nell’immaginario dei azzurri viene ricordato per l’autorete agli Stati Uniti che convinse, poi, Lippi a lanciare Grosso titolare. Nelle ultime due stagioni al Milan ha racimolato poche presenze e tanta panchina. Ha un contratto fino al 2016 con i rossoneri.

3 GROSSO. L’eroe indiscusso del 2006 si è ritirato nel 2012 e ora è l’allenatore della Primavera della .

4 DE ROSSI. L’espulsione per la gomitata a McBride rischiò di fargli perdere tutto il , tornò invece in finale per segnare uno dei rigori della serie. La sua permanenza alla Roma non è in discussione, anche se il suo rendimento ultimamente è calato.

5 CANNAVARO. Il capitano che alzò la Coppa ha intrapreso la carriera da dirigente e poi da allenatore. Prima da vice all’Al-Ahli, poi ci ha provato al Guangzhou come erede di Lippi, ma è stato allontanato dopo pochi mesi per far posto a Felipe Scolari. Ora fa l’opinionista tv.

6 BARZAGLI. Titolare con l’Ucraina al , Barzagli ha appena trascorso una stagione travagliata a causa di un infortunio ma è sempre un riferimento importante per la difesa della .

7 DEL PIERO – Uno degli svincolati di lusso del calcio . Nonostante le 41 primavere e una carriera ormai avviata come commentatore televisivo, non ha ancora dato l’addio definitivo al calcio. Dopo Sydney ha giocato nel indiano. Ora attende una nuova sfida.

8 GATTUSO – Chi l’avrebbe mai detto che Ringhio sarebbe finito ad allenare. Prima il Palermo, poi l’Ofi Creta. Dopo aver sfiorato il Novara ora ripartirà dalla panchina della Carrarese.

9 TONI – Ecco un altro per cui il tempo si è fermato. Ha appena vinto il titolo di capocannoniere con il Verona ed è pronto per un’altra stagione da protagonista.

10 – Con 243 gol è il secondo marcatore di tutti i tempi in Serie A. Non molla, anche se Piola è lontano 31 reti. Capitano senza età, la Roma è ancora sua.

11 GILARDINO – Il in Serie A con la Fiorentina, dopo la parentesi cinese, è stata un’operazione nostalgia. La sua speranza è quella di tornare in viola per la terza volta.

12 PERUZZI – L’uomo che ha consegnato fisicamente la Coppa del Mondo a Cannavaro. La forma ormai è quella che è. Nel 2012 fu il vice di Ferrara alla Samp.

13 NESTA – Dopo aver chiuso la carriera nella Mls ora potrebbe entrare nel progetto della Carrarese, assieme a Gattuso.

14 AMELIA – Dopo l’addio al Milan la sua carriera si è arenata. Una presenza in promozione al , una in Serie B con il Perugia. Ora è svincolato, in attesa di una chiamata.

15 IAQUINTA – La sua carriera si è chiusa tra e Cesena, dopo lunghi infortuni, nel 2012. Ora è coinvolto in fatti di cronaca: dopo l’indagine sul padre, lo stesso Iaquinta è accusato di detenzione irregolare di armi.

16 CAMORANESI – Nel 2014 ha dato l’addio al calcio dopo le esperienze con Lanus e Racing. Attualmente allena il Cores de Tepic, nella Serie B messicana.

17 BARONE – Quasi una comparsa al , soprattutto di nco a quell’Inzaghi che non gli passò la palla contro la Repubblica Ceca. Ora allena la primavera del Modena.

18 INZAGHI – Vacanze forzate per il bomber per eccellenza, scottato dall’esonero dopo una sola stagione sulla panchina del Milan.

19 ZAMBROTTA – Ha allenato il Chiasso, senza fortuna. Dovrebbe partecipare ad un docu-ity televisivo in cui dovrà scalare il Monte Bianco.

20 PERROTTA – Una vita a correre su e giù per il campo, ora commenta il calcio in tv.

21 PIRLO – Il maestro ha smesso di dipingere campo in Italia e ha appena firmato con il New York City. Se lo godranno in Mls.

22 ODDO – L’uomo della festa, il più carico negli spogliatoi dopo la vittoria . La sua prima esperienza in panchina è finora molto positiva: ha sfiorato la Serie A con il Pescara.

23 MATERAZZI – L’altro protagonista totale della finale, tra gol, testate e rigore. È tornato in campo nel indiano, ora si occupa di diffondere il suo brand vendendo abbigliamento sportivo.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply