ULTIM'ORA

Giornata Donna, Mattarella: educazione dei figli, cura anziani.

8 marzo: al Quirinale cerimonia su tema "Donne per la Terra"

di Romana Collina - Sulle donne ne “grava il peso maggiore della economica”. Lo ha affermato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando al Quirinale. In occasione della cerimonia per la Giornata nazionale della Donna il capo dello Stato ha ricordato che alle donne “una società non bene organizzata affida il compito, delicato e fondamentale, di provvedere in maniera prevalente all’educazione dei figli e alla cura degli anziani e dei portatori di invalidità”. Per tutte queste ragioni il presidente Mattarella ha spiegato come le donne, “spesso alla diffi ricerca di una compatibilità tra lav e famiglia”, siano il motore della società e che senza di l “l’ sarebbe più povera e più ingiusta”.

E’ stata celebrata al Palazzo del Quirinale la Giornata nazionale della donna dedicata quest’anno al tema “Donne per la Terra”. La cerimonia, condotta da Sveva Sagramola e trasmessa in diretta da Rai Tre, è stata aperta da un filmato izzato da Rai Cultura cui hanno fatto seguito gli venti del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini e del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gianluca Galletti.

L’attrice Maria Letizia Gorga ha letto un brano tratto dal libro “La Religione della terra” dell’ambientalista keniota Wangari Maathai, sulle note della violoncellista Silvia Ancarani. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha quindi consegnato una targa al progetto “Libera scuola di cu” promossa dalla Casa Circondariale di San Vittore (Milano), “per l’attivo coinvolgimento della comunità locale, per la creazione di uno spazio formativo permanente, per l’acquisizione di professionalità spendibili nella fase post detentiva”.

Tre onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica na sono state assegnate a: Anna Ducato (detta Daniela) (Cavaliere) – Per aver offerto testimonianza, con la sua attività di trasformazione degli scarti in innovativi materiali edilizi, di come l’impegno imprenditoriale possa essere d’ausilio alla causa della tutela ambientale. Nadia Pinardi (Commendatore) – Per il suo contributo scientifico, testimoniato anche da numerosi riconoscimenti nazionali, in campi strategici per uno sviluppo sostenibile quali l’oceanografia e la climatologia. Claudia Sorlini (Commendatore) – Per l’impegno profuso nella divulgazione della tematica ambientale e nella diffusione delle scienze agrarie anche nell’ambito della cooperazione nazionale. Terminata la consegna dei riconoscimenti il Capo dello Stato ha pronunciato il suo discorso.

Erano presenti il Presidente del della Repubblica, Pietro , la Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, il Ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Maria Anna Madia, il Giudice della Corte Costituzionale, Silvana Sciarra, rappresentanti delle istituzioni, della , della cultura e della società civile.

Nel corso della cerimonia la violoncellista Silvia Ancarani, della JuniOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, ha eseguito il preludio della Prima Suite in sol maggiore per violoncello di Johann Sebastian Bach e alcune giovani musiciste della JuniOrchestra, dirette dall’allieva Nil Venditti, hanno successivamente eseguito la Prima danza “na” della Suite delle “Antiche arie e danze” di Ot Respighi.

In precedenza, nella Sala degli Specchi, il Ministro Giannini e il Presidente Mattarella avevano consegnato le pergamene e le medaglie ai vincitori dell’ottavo concorso nazionale per le scuole di ogni ordine e grado “Donne per le donne. Terra è donna”, promosso dal Ministero dell’Istruzione. In occasione della Giornata nazionale della Donna, come di consueto, la guardia d’Onore del Palazzo del Quirinale, nelle giornate del 7 e dell’8 marzo, sarà tutta al femminile.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply