ULTIM'ORA

Garcia, Gervinho e Doumbia tornano da Campioni!

gervinho-doumbia

Boubacar Barry para e segna l’11° rigore: la Costa d’Avorio ha vinto la Coppa d’Africa. Gervinho e Doumbia, tornano Campioni da Garcia!
La Costa d’Avorio ha vinto la Coppa d’Africa 2015 battendo il Ghana per 9-8 dopo i calci di rigore, nella nale giocata in Guinea Equatoriale a Bata. I tempi reamentari e quelli supplementari si erano chiusi sullo 0-0.
Eroe della sda è stato il 35enne portiere ivoriano Boubacar Barry, che prima ha parato il rigore calciato da Razak, portiere del Ghana, e subito dopo ha realizzato il tiro dal dischetto decisivo, 11° della serie.
Esultano i ivoriani che portano in trionfo Gervinho e Doumbia, partiti subito dopo la festa per , dove Garcia riavrà a disposizione 2 Campioni stanchi ma col morale a mille.

La Coppa d’Africa 2015 va alla Costa d’Avorio, che rivince il torneo dopo 23 anni, unico precedente nel 1992, in Senegal.
Anche allora sconsse il Ghana ai rigori.
Yaya Touré e compagni vendicano il ko in nale subito nel 2012, quando lo Zambia vinse dopo la roulettes dagli 11 metri.

150′ MINUTI DI SOFFERENZA. Al Nuevo E de Bata, dell’omonima città della Guinea Equatoriale, si è dovuti arrivare all’11esimo penalty. La Coppa è stata decisa dal portiere ivoriano Barry, ma il Ghana, a un passo dalla recrimina gli errori di Acquah (parato) e Acheampong (fuori), che hanno rimesso in gioco la Costa d’Avorio, sottyo per gli errori di Bony (traversa) e Tallo (fuori).

Il ct del Ghana Avram Grant torna a perdere una nale ai calci di rigore: accadde anche in , quando l’israeliano guidava in panchina del , nel 2007/08.

TORNEO TRAVOLGENTE. La Costa d’Avorio è arrivata alla nale dopo aver conquistato il primo posto nel proprio girone (D), chiuso a quota 5 punti (una e due pareggi), a cui è seguito il bel successo contro l’Algeria, nei quarti di nale, e quello contro la Reblica Democratica del Congo, in seminale (entrambe le gare terminate 3-1). Il ct Herve Renard è riuscito a riportare sul trono una nazionale che aveva sempre deluso nell’ultimo decennio, collezionando piazzamenti decisamente inferiori rispetto alle proprie potenzialità.
La stella è Yaya Touré, centrocampista fare del Manchester City, che ha trascinato i suoi compagni alla conquista di una Coppa d’Africa n attesa troppo tempo. Decisivi anche Wilfried Bony e Gervinho: il primo, voluto fortemente da Pellegrini al City nel di gennaio, ha siglato una doppietta contro l’Algeria nei quarti; il secondo, partito malissimo con un’espulsione costata due giornate di squalica, si è riscattato in seminale segnando uno dei 3 del successo valso la nale.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply