ULTIM'ORA

Gasp panchina d’oro, Mazzari esonerato: ADL che ne sa di calcio?

gasperini

di Paolo Paoletti - La panchina d’oro per il mitico p era un atto dovuto. L’Atalanta gioca il miglior calcio del campionato, ha raggiunto una storica qualicazione Champion e per di più è riuscita nell’impresa di passare agli !
Quest’anno è ancora al quarto posto che per Bergamo ed il è come viaggiare nella stratosfera!

L’Atalanta di Percassi è un modello, perini ha saputo ottimizzare un gr4ande lavoro di clun, dirigenti, tecnico, giocatori!!!
Molti dovreero imparare come si fa.

p si era imposto già a Genova, ma Preziosi non è Percassi. Così come De Laurentis opzionò Giampiero ma solo seconda scelta dietro Mazzarri.
E mentre perini è stato premiato dai colleghi, miglior allenatore italiano, Mazzarri è stato esonerato dal Torino!
C’è chi può e chi non può capire cos’è il calcio e come si fa.

De Laurentis in 15 anni ha cambiato 8 tecnici (Ventura, Reja, Donadoni, Mazzarri, Benitez, Sarri, Ancelotti, Gattuso). Non ha saputo prendere quello giusto. Capita. Solo ha chi non capisce niente!

LA NOTIZIA. Gian Piero perini ha vinto la panchina d’oro 2018-2019 per la serie A, il riconoscimento che viene assegnato dagli allenatori al miglior tecnico della stagione. Il tecnico dell’Atalanta ha battuto la concorrenza di Massimiliano Allegri e Sinisa Mihajlovic.

perini ha ottenuto 22 voti sui 49 che hanno espresso le loro preferenze tra i tecnici a Coverciano. A seguire il più indicato è stato Sinisa Mihajlovic: il tecnico del Bologna, che ha ricevuto il premio speciale del settore tecnico, ha ottenuto 13 preferenze. Sei i voti per l’ allenatore della Juve Massimiliano Allegri, vincitore delle ultime due edizioni del premio.

“E’ stata una stagione eccezionale: condivido il premio con Percassi, i giocatori e tutta Bergamo”. E’ la dedica di perini vincitore della panchina d’oro per l’anno passato. “La nostra professione è molto complicata – ha detto il tecnico dell’Atalanta sul palco a Coverciano per ritirare il premio – ci sono tante tensioni a ogni gara, non solo quando si perde ma anche quando si vince. Però noi allenatori siamo privilegiati, questo premio è motivo di grande soddisfazione che dedico anche ai colleghi”.

“Se voglio lanciare un messaggio in vista di -Atalanta di sabato prossimo? Assolutamente sì, l’ultima volta si è un po’ tutti esagerato, anche da parte mia. Ora si riparte da 0-0 a tutti i livelli”. Così perini. “Sabato sarà solo una partita di calcio fra due squadre che giocano bene e puntano ai rispettivi obiettivi – ha continuato il tecnico dell’Atalanta, che al termine della partita di Coppa Italia con i viola sbottò contro i cori offensivi di una parte della tifoseria -. Quella di sabato sarà una gara importante per entrambe, noi cercheremo di fare meglio possibile”. Quanto al premio ricevuto, perini ha commentato: “Questo è frutto di tante persone e tante cose, ad iniziare dal presidente dell’Atalanta, dai miei giocatori, dal mio staff e da tutta la città di Bergamo, che ci segue con civiltà e passione. Il calcio ha bisogno di esempi come Bergamo”.

Nove premiati, oggi al centro tecnico federale di Coverciano, nell’ambito della Panchina d’Oro, il riconoscimento della che con il voto della categoria premia i ‘mister’ che si sono messi più in luce nella stagione calcistica 2018-2019. Gian Piero perini e Sinisa Mihajlovic, allenatori di Atalanta e Bologna, hanno vinto rispettivamente la Panchina d’Oro per la serie A e il premio speciale del settore tecnico Gli altri riconoscimenti sono stati assegnati a Fabio Liverani (Lecce, serie B), Fabio Caserta (Juve Stabia, ), Betty Bavagnoli (, serie A femminile), Alessandro Pistolesi (Empoli Ladies, serie B femminile), Fulvio Colini (Italservice Pesaro, serie A di calcio a 5 maschile), Gianluca Marzuoli (Montesilvano, serie A di calcio a 5 femminile). A Roberto Samaden, responsabile del settore giovanile dell’Inter, è andato il premio alla memoria di Mino Favini, storico dirigente a capo dei giovani di Atalanta e Como.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply