ULTIM'ORA

Garcia, 3-0: rispetto mancato, la verità uscita dal campo!

destro-travolge-la-samp

di Matteo Talenti - “Dopo l’eliminazione in Coppa Italia c’è stata una mancanza di rispetto verso la . Guardate i numeri di questa squadra, il campo dice sempre la verità”. Garcia protesta a modo suo: 3 gol alla Samp che aveva fatto soffrire e Juve.
Doppietta di Destro, 6 gol in 9 partite, miglior marcatore giallorosso masso in croce dopo l’eliminazione di . Destro come Strootman slaterà il Milan per una ammonizione stupida. Garcia fa buon viso a cattivo gioco.

La torna a correre: negli ultimi 90′ ha fatto meglio di (3-1 al Chievo) e del (0-2 al Sassuolo).
Torna a + 4 dagli azzurri, resta nella posizione virtuale di -6 dai bianconeri.

Nell’Olimpico a Curve vuote, Garcia soffre un tempo ma schianta per 3-0 la Sampdoria.
La Samp di Mihajlovic tiene bene per 44′, ma prima dell’intervallo Destro sblocca di testa. L’avvio di ripresa è travolgente: Pjanic raddoppia su punizione al 54′, ancora Destro chiude al 57′.

L’impressione è chiara: gli arbitraggi di , e sono dichiaratamente a favore delle 3.
A Verona, la scorsa settimana, furono scandalosi 2 rigori negati ai veneti. A Reggio Emilia, Carvalese ha arbitrato a senso unico per il . C’è un rigore di Benatia non fischiato per la Samp, poco prima del raddoppio di Pjanic!

Brutta storia, e Mediaset imperversano: la guerra per la ora cambierà qualcosa, sopratutto se il Milan uscirà contro l’Athletico, cosa probabile.
C’è più di un occhio di riguardo per le 3 di testa, il campionato è falsato e Garcia cavalca la tigre.
L’audience è diventato il vero padrone del calcio che non può vivere senza il miliardo l’anno delle pay tv.

Ciò non toglie come dice il tecnico francese ai numeri grandiosi dei giallo. E’ un fatto che nel momento decisivo, a , la abbia fallito!
Alla riprova del , tra qualche settimana. Di più quest’anno Garcia non può fare!

VOTI.
Destro 7,5. Arrivano, nell’ordine, il quinto e il sesto gol stagionale, che lo fanno rientrare nell’orbita di . Sta recuperando tutto il tempo perso. La fame è tanta e si nota dall’esultanza.
Pjanic 7. Pennella il gol del raddoppio ed è l’unico appiglio, nel primo tempo, con cui la cerca di indirizzare la partita. Un paio di numeri sulla destra mandano in tilt la difesa ospite. Per qualità, è un gradino sopra tutti
Strootman 6. Nel primo tempo sbaglia un gol clamoroso, sull’unica disattenzione difensiva della Samp. Gioca sotto ritmo, ma si trova bene quando la squadra può dilagare. Serata di relax

Gastaldello 6. Salva un gol fatto (da ), nda la difesa in modo irreprensibile fino all’1-0. Poi la squadra si disunisce e lui perde i gradi di capitano. L’espulsione finale non gli rende giustizia
Eder 5. Con Maxi Lopez fermo ai box (e già rimpianto dopo un gol), cerca di dare alla squadra la stessa profondità. La vede poco e De Sanctis è impegnato raramente. Da altri

TABELLINO. -SAMPDORIA 3-0
(4-3-3): De Sanctis 6; 6 (10′ st gnoli 6), Benatia 6,5 (28′ st De 6), Castan 6,5, Torosidis 6,5; Nainggolan 6, Strootman 6, Pjanic 7; Florenzi 6,5, Destro 7,5 (37′ Bastos sv), 6,5. A disp.: Skorupski, Lobont, Jedvaj, Toloi, Taddei, Ricci, Di Mariano, Ljajic. All.: Garcia 7
Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa 6; De Silvestri 6, Mustafi 6,5, Gastaldello 6, Regini 6; Palombo 5 (19′ st Obiang 5,5), Krsticic 6; Gabbiadini 6, Soriano 5,5, Wszolek 5 (11′ st Okaka 5,5); Eder 5. A disp.: Fiorillo, Costa, Fornasier, Salamon, Rodriguez, Berardi, Renan, Bjarnason, Sestu, G. Sansone. All.: Mihajlovic 6

Arbitro: Celi
Marcatori: 44′ Destro, 9′ st Pjanic, 12′ st Destro
Ammoniti: Destro, Strootman (R), Wszolek (S)
Espulsi: 35′ st Gastaldello (S) per doppia ammonizione

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply