ULTIM'ORA

Garcia e Mancini, c’è anche la faccia. Roma trema.

Inter-Roma, la sera del 25 aprile in serie A

di Romana Collina – “Con l’Inter entriamo nel rettilineo finale del e non abbiamo più tempo da perdere”. prossima fermata e Rudi carica la Roma, la sprona a spingere a fondo il piede sul pedale in vista del rush finale. I giallorossi, d’altronde, negli ultimi mesi hanno perso tanti punti per strada e adesso sono costretti ad aumentare i giri del motore per evitare di finire dietro alla Lazio o scavalcati anche dal . Per il tecnico, che recupera per Milano sia Pjanic sia , il tempo per rimediare però non manca: “La classifica dice che siamo terzi a pari merito con la seconda, e che rimangono sette partite, ancora c’è tanto da fare”. Sempre che Totti e compagni riescano a ritrovare lo smalto perduto: “Se credo che, a differenza della passata stagione, quest’anno i miei stimoli non siano stati recepiti dalla squadra? Bisogna chiederlo ai giocatori. Io sono sempre lo stesso – spiega il francese -: amo il mio gruppo e so che può fare grandi cose”. “Non ho alcun dubbio sul fatto che la squadra fino al termine della stagione darà il massimo. Possiamo ritrovare subito un corretto atteggiamento, quello visto prima dell’, senza farci distrarre dall’obiettivo che c’è in gioco” aggiunge , che dopo il pari coi bergamaschi si è fatto sentire nello spogliatoio di Ta: “Ho parlato alla squadra, adesso sanno cosa mi aspetto da loro. Io sono determinatissimo, e lo saranno anche i giocatori. Questa settimana si sono allenati intensamente, ma adesso bisogna tradurre in campo il lavoro fatto in questi giorni. E la prima cosa che voglio vedere è l’atteggiamento, lo spirito di squadra. Se riusciremo a dare tutto in campo almeno non avremo nessun rimpianto, senza dimenticare poi che quando lo abbiamo fatto quasi sempre come ricompensa a fine partita è arrivato un risultato positivo”. E per centrarlo sa bene che servirà una Roma diversa, simile a quella che nella gara d’andata all’Opico superò per 4-2 i nerazzurri: “Al Meazza avremo bisogno della stessa intensità e fiducia perché giocare contro l’Inter è sempre diffi. E’ una squadra con tanti giocatori importanti, di grande qualità. Sappiamo cosa ci aspetta, ma anche di essere competitivi in trasferta. Faremo di tutto per vincere”. Per affrontare al massimo la parte conclusiva della stagione, e conquistare quel posto in Champions League senza il quale tutto diverrebbe più complicato. “Ma da quando è arrivato Pallotta abbiamo ambizioni ed è per questo che sono qua – conclude -. Continueremo a lavorare per cercare di fare meglio ogni anno. Per il momento però conta solo essere concentrati sull’Inter, perché parlare di , di giocatori o dei di qualcuno non serve a niente. Dobbiamo mettere tutta la nostra concentrazione sulla partita che arriva e sul finale di stagione, poi avremo il tempo per fare bilanci”.

Mancini, con le grandi non abbiamo mai sfigurato “L’Inter è l’Inter non è una squadretta qualsiasi. Ha una storia alle spalle che conta. In partite così, con le grandi, non abbiamo mai sfigurato”, il tecnico dell’Inter Roberto Mancini alla vigilia della sfida con la Roma si dice fiducioso. “Loro – aggiunge – hanno sicuramente fatto meglio di noi in questo anche se ora sta vivendo un momento di difficoltà. Possiamo fare bene”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply