ULTIM'ORA

Finalmente la verità: il Napoli rischia la B!

1581579297_182

di Paolo Jr Paoletti – Gattuso nella sua onestà nalmente dice come stanno le cose: il Napoli rischia di retrocedere. E svela anche di aver negato un giorno di riposo chiesto dalla squadra…
Dice chiaro: “Qui doiamo fare 40 punti, si rischia!”.
Frase choc ma veritiera, il tecnico ammette la stagione deludente che ha trasformato le ambizioni in paura di retrocedere!!!

“Non siamo tornati. Doiamo ancora dare continuità ai nostri risultati. Non mi do perché non doiamo dimenticare quello che aiamo fatto, la strada è questa: tanta voglia, tanta passione. Non è un caso che nelle ultime due non aiamo subito . Doiamo dare tutto per il . In questo momento scendono in campo i giocatori che stanno meglio”

Spiegata anche la seconda esclusione consecutiva di . e Mertens in scadenza può essere un problema?
“Penso che i giocatori devono essere dei professionisti, i contratti non mi riguardano. Bisogna rispettare il , non entro nelle problematiche contrattuali. Io vado a scalare le montagne per i miei giocatori, se qualcuno mi dice che non gli sta bene, gli do la mano e gli faccio i compenti ma in campo voglio massimo rispetto”.

Ringhio sgona il caso Allan?
“Domani è un altro giorno, non si porta rancore, sono il primo a incitare Allan da domani, però bisogna allenarsi bene: so che ha avuto proposte importanti ma sono problemi della società , io voglio vedere massima serietà. Ho detto che aspettavo la ne del mercato e quindi ora vado avanti con la mia linea”.

“Bisogna pensare al presente. Io ho fatto tanto nella mia carriera però oggi se mi metto a giocare faccio schifo. Non posso più giocare a calcio, faccio un altro mestiere e sono partito da zero. Qui si rischia doiamo fare 40 punti. Questa è una squadra di grande qualità, doiamo continuare a fare bene per uscire da questa situazione. La priorità è pensare a come uscire da questo tunnel. Chi ha fatto cose importanti qui perché deve buttare tutto quando non è ancora nito il ?”

Mertens?
“Mertens fa diventare tutto semplice, è furbo, sa come muoversi in campo. Calciatore completo, non sta mai fermo. E’ un fenomeno, ci è mancato tanto”.

Il di Mertens?

“Io dopo l’esperienza al Pisa, mi son giurato di non promettere niente a nessuno: io voglio fare l’allenatore, non voglio promettere niente a nessuno; i non sono i miei, sono un dipendente di un’azienda. Le scelte le fanno chi comanda l’azienda, di chi sono i . Mi hanno chiesto il parere, sanno cosa penso. Questa squadra ha tanti calciatori forti ma doiamo giocare da squadra”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply