ULTIM'ORA

Figc, Tavecchio noooo! Subito il Ct, Lega stia fuori.

421854_6506747_tavecchio2_19197821_display

di Matteo Talenti - Malagò indica la strada alla Figc: “Come nuovo Cittì serve un uomo nuovo, forte e chiaro. I nodi sono venuti al pettine e lo sapevo. Balotelli non è l’unico responsabile, ma ha reagito male alle critiche”.

In Consiglio straordinario lunedì 30 giugno, secondo il Corriere della Sera, i candidati alla presidenza sono Tavecchio e Albertini ma la Lega Calcio spinge Abodi, occhio a Pancalli e alcuni dirigenti chiederanno ad di restare.
Di Demetrio Albertini si sa tutto, ma si dovrebbe approfondire meglio il perchè delle sue annunciate , ore rientrate…
Tavecchio presidente dei Dilettinti, invece, è impresentabile: 71 anni, ex ragioniere di banca, ex sindaco per 4 legislature di Ponte Lambro (Como), partendo dalla Lombardia ha scalato la Figc fino a diventare vicepresidente vicario e attualmente numero uno della Lega Dilettanti.
Tre anni fa, un’rogazione parlamentare di Amedeo Laboccetta, deputato Pdl, ha svelato il curriculum giudiziario di Tavecchio:
Condanna a 4 mesi di reclusione nel 1970 per falsità in titolo di credito continuato in concorso; 2 mesi e 28 giorni di reclusione nel 1994 per evasione fiscale e dell’Iva; 3 mesi di reclusione nel 1996 per omissione versamento di ritenute previdenziali e assicurative; 3 mesi di reclusione nel 1998 per omissione o falsità in denunce obbligatorie; 3 mesi di reclusione nel 1998 per abuso d’ufficio per vione delle norme anti-inquinamento, più multe complessive per oltre 7000 euro”. Si può ripartire con gente così?
La scelta alle dell’11 , ma una commissione potrebbe scegliere il nuovo Ct già a metà luglio.

Il vicepresidente della Figc, Demetrio Albertini svela: “Abbiamo chiesto a Pirlo di fare il ‘traghettatore’ in campo, se vuole giocherà ancora in Nazionale. Balotelli? Se lo meriterà sarà ancora convocato, altrimenti punteremo su altri attaccanti. Per il nuovo ct ne parleremo già lunedì in consiglio. Non ci sono i tempi perché a sceglierlo sia il nuovo presidente. Gli stessi che lo eleggeranno dovranno prendersi prima la responsabilità di scegliere la panchina dell’Italia”.

Carlo Tavecchio dai microfoni di Radio Radio: “La nuova Figc non può permettersi un Ct che guadagna 2 milioni l’anno, dobbiamo ricreare la nostra struttura tecnica federale. Ho chiesto ad di rimanere, lui è strategico per il sistema calcio e c’è da organizzare il campionato. La Figc non sarà commissariata, serve un azzeramento per costruire il nuovo, non la discontinuità. Albertini mi lascia perplesso: con piacere apprendo che non è dimissionario, altrimenti questi discorsi su una riunione per condividere il nuovo ct li devono fare altri. Ma se ritirasse le , sarei sorpreso. La decisione del rinnovo del contratto a Prandelli non era stata condivisa, io l’ho appresa in consiglio federale”.

TOTO CT. e Mancini sono in pole davanti a , Zaccheroni e Guidolin. Tranne Guidolin nessuno è ipotizzabile a meno di 2 milioni di euro. Alternativa Fabio Cannavaro e il ‘traghettatore’ Arrigo Sacchi, che scrive sulla Gazzetta dello Sport: “Teniamo Prandelli e cambiamo tutto il resto, ripartendo da giovani e stadi”.

Prandelli lascia pieno di veleno: “La gogna era pronta”, ha detto a La Reblica.
Mentre Gazzetta dello Sport scrive che il ct azzurro è stato dimissionato dalla sfiducia dei ri: decisive dopo il ko con l’Uruguay le critiche nello spogliatoio degli juventini e di De per aver puntato su Cassano e Balotelli, oltre alla scelta non condivisa sulla scelta del ritiro a Mangaratiba.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply