ULTIM'ORA

Festa Stadium, Pogba torna con gol: 1-1 e cin-cin.

Soccer: Serie A; Juventus-Cagliari

di Antonella Lamole - Festa per tutti allo Stadium: 1-1 col Cagliari e brindisi sulle tribune.
I MOMENTI GOl.
All’85° Rossettini fissa il risultato.
Al 44′ Pogba, tornato dopo 52 giorn a causa infortunio, era andato in gol grazie alla deviazione di un difensore del Cagliari, portando in vantaggio i bianconeri.
La festa del 4° Scudetto allo Stadium può cominciare…

LA VIGILIA . “Abbiamo ancora quattro partite e 12 punti a disposizione: abbiamo il dovere di farli perché siamo la Juventus. L’obiettivo è quello di superare gli ottanta punti”. Così il tecnico bianconero, Massimiliano , alla vigilia della sfida di campionato con il Cagliari. Allo Stadium, domani, è probabile che l’allenatore ricorra ad un ampio turn over. “Cambierò qualcosa, perché tra Sampdoria e Madrid la squadra ha speso molto. E perché ho molti giocatori in buone condizioni. Domani gioca Storari – annuncia in conferenza stampa – e credo che Tevez sà a riposo”.

A Madrid servirà gara migliore andata – Per conquise la finale di , la Juventus dovrà dispue a Madrid “una partita ancora migliore” dell’andata di Torino. Ne ha parlato il tecnico bianconero Massimiliano alla vigilia della partita di campionato contro il Cagliari. “Vantaggi dopo il 2-1 dell’andata? Nessuno – sostiene -. Il ha giocatori di grandissimo talento, che fanno girare la palla a una velocità supersonica, per cui servirà una prestazione ancora migliore di quella di Torino”. “Il Barcellona è due mesi che gioca un straordinario, ha quei tre davanti che sono indemoniati e credo sia diffi giocarci contro. Ma un conto è dover fare due partite, un altro doverne fare una…”. Massimiliano strizza l’occhio a una possibile finale di League tra la sua Juve e il Barcellona. “Mancano 95 minuti alla finale – sottolinea – arrivarci sarebbe veramente straordinario…”.

Tevez, ultimo anno? risponde al ‘cagon…’: “Quando me lo hanno raccontato ho chiesto dove è successo perché, sinceramente, non me ne sono neanche accorto”. Massimiliano liquida così le polemiche, sollevate dalla stampa argentina, sulla reazione di Tevez al momento della sostituzione con il . “Fosse anche successo – sottolinea il tecnico bianconero – non cambia nulla, quello che conta è come si comporta in campo. Carlos sta facendo un’annata straordinaria e ha le potenzialità per fare un’altra grandissima annata. Nel Boca? Ma anche nella Juve…”. “E’ normale che quando un giocatore viene tirato fuori si ar”, aggiunge , annunciando che domani Tevez potrebbe se fuori. Contro il , ricorda il tecnico della Juventus, l’attaccante “E’ uscito e ha borbottato qualcosa, ma ci siamo salutati senza nessun problema. L’importante è che quando sta in campo faccia quello che deve fare”.

sospesa. La Corte sportiva d’appello della Figc ha sospeso fino al 22 maggio la sanzione di due giornate di chiusura del “Settore Sud” dello Juventus Stadium – comminata dal giudice per la bomba carta durante il – disponendo nuovi accertamenti istruttori da parte della Procura federale per verificare la responsabilità dei fatti contestati. aperte, quindi, domani allo Stadium per Juventus-Cagliari, anticipo della 35/a giornata di A, e la squadra potrà festeggiare la conquista dello scudetto a tribune piene. La Corte ha esaminato il ricorso del club bianconero, presentato poche ore dopo la decisione del giudice sportivo con richiesta di procedimento d’urgenza, contro la chiusura della e l’ammenda di 50mila euro, decidendo quindi di sospendere tutto per due settimane in attesa di ulteriori chiarimenti. Secondo la Juve, gli autori materiali del lancio della bomba carta “rimangono ignoti’ e il provvedimento del giudice sportivo, “colpisce una folla indiscriminata poiche’ non si e’ stati in grado di individuare i i responsabili e, forse, neppure la e dinamica dei fatti”. Questo il testo dell’ordinanza della Corte: “Considerata la necessità di assumere, a cura della Procura Federale, notizie, in ordine agli eventuali sviluppi delle indagini in corso, nonché comunque di acquisire, a cura sempre della Procura Federale, ulteriori elementi di dettaglio, anche sulla base di quanto descritto nella nota dell’osservatorio datata 27 aprile 2015, in relazione all’ascrivibilità ai tifosi abbonati al settore oggetto di sanzione della responsabilità dei fatti contestati, dispone il supplemento di accertamenti istruttori nonché la sospensione, nelle more, e fino alla data del 22 maggio 2015, delle sanzioni inflitte”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply