ULTIM'ORA

F1 come i ‘circenses’: serve morire per fare spettacolo!

img

di Paolo Paoletti - Che la sia pericolosa è un eufemismo! Che nel 2020 non ci siano ancora serie misure di sicurezza per i pazzi che corrono a 300 all’ora è da galera! E’ stato ridicolo ascoltare i telecronisti Sky ripetere, sottolineare, ribadire che… dappertutto in un Gran Premio si trovino scritte: l’automobilismo è pericoloso!
Basta: qualcuno sarà mai in grado di fermare il carrozzone e pretendere che lo spettacolo per una volta sia meno importante della vita?
Vedere Grosjean uscire tra le mme è stato uno spettacolo indecente. Si è salvato per puro miracolo, mentre la sua Haas spezzata in due era avvolta tra le mme.
venga il Tribunale nazionale, questa deve scomparire!
Si può correre se il rischio viene contenuto in percentuali accettabili al pari di ciò che accade in strada.
Le piste fanno ridere, in Bahrain le vie di fuga erano tutte sbagliate. in Grosjean è andato a sbattere in piena accellerazione e sull’impatto, a serbatoi pieni, l’auto è scoppiata.
Un inferno indegno di valori e dello sport.
Non si definisca mai più così la Formula Uno sempre più vi ai ‘circenses’ ni con le corse dei carri ed i gladiatori. Dove bisognava morire per soddisfare Imperatori e popolo affamato.
Basta!

ANSA – Lewis Hamilton su a vincere il Gran Premio di del Bahrain.
Il campione del mondo ha preceduto le Red Bull di Max Verstappen e Alander Albon.
Indietro le Ferrari con Charles Leclerc solo decimo e Sebastian Vettel tredicesimo.

Partenza choc! Dopo il semaforo verde la Haas di in Grosjean va in testa coda e va sbattere verso le protezioni andando subito in mme. Il pilota francese è uscito dalla vettura ed è stato portato in ambulanza al centro medico.

Subito bandiera rossa con tutte le vetture tornate ai box.

Impressionanti le prime immagini della regia della che mostrano l’incidente poco dopo il via del del Bahrain.
La monoposto spezzata in due avvolta in una palla di fuoco.

La scocca e l’Halo (quella sorta di cupolino che protegge la parte alta dell’abitacolo) introdotto di recente dalla sono stati probabilmente gli elementi che hanno permesso a Grosjean di sopravvivere al terribile incidente. Il pilota francese è riuscito poi ad uscire dall’abitacolo con grande celerità e subito soccorso dagli addetti alla pista.

Tutto è accaduto nelle primissime del circuito, subito dopo la partenza. Mentre davanti tutti i piloti sfilavano via senza problemi, nelle retrovie si è creato il più classico imbuto. La Haas di in Grosjean non trovando spazio sulla sinistra ha scartato improvvisamente a destra. A quel punto però è stata toccata sulla ruota posteriore destra dalla Alpha Tauri di Daniil Kvyat, che la seguiva. La vettura del pilota russo si è trovata incolpevolmente in mezzo e ha fatto da leva, spendendo la Haas per la tangente. L’auto di Grosjean ha impattato poi contro il muro di protezione , sbattendo con il muso e spezzandosi incredibilmente in due parti. Istantaneamente l’auto è letteralmente esplosa, generando una palla di fuoco dal quale il francese è miracolosamente uscito vivo, grazie anche al pronto vento della sicurezza. Un tweet del team ha fortunatamente chiarito le condizioni del pilota: “in ha qualche piccola ustione alle mani e alle caviglie – si legge – ma per il resto sta bene. È con i medici in questo momento”.

Grosjean è stato trasportato in elicottero all’ospedale militare di Manama per accertamenti. “E’ cosciente, ho parlato con Grosjean. Sta bene – ha detto Guenther Steiner, team principal Haas – un po’ acciaccato. Ora è in ospedale e se c’è altro lo scopriranno lì. Quanto ho visto l’impatto? Ho solo sperato che stesse bene. Quando è saltato fuori dalla , poi i medici arrivati ad aiutarlo, siamo stati felici”.

Dopo circa un’ora e mezza di sospensione per il terribile incidente capitato a Grosjean, il Gran Premio del Bahrain è ripartito. Ma dopo le prime nuovo stop con la neutralizzazione a causa del ribaltamento della Racing Point di StrollIn. Il pilota canadese, illeso, viene tirato fuori dalla vettura con l’aiuto degli addetti alla pista. In testa delle monoposto dietro alla safety car, la di Lewis Hamilton davanti alla Red Bull di Verstappen. Settima la Ferrari di Leclerc, quindicesima la Rossa di Vettel. Dopo otto giri dietro alla safety-car, il è ripreso.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply