ULTIM'ORA

Eder, 1-0: è fatta, siamo agli ottavi!

Euro 2016:Italy-Sweden

di Paolo Paoletti - Di venerdì 17, con un del 17, l’ c’è. Al diavolo scaramanzia, ricorsi storici, le paure del passato…
Gli Azzurri non si ripetono, ma battono anche la Svezia al termine di una gara dura, giocata con nel primo tempo, risolta alla distanza quando la mobilità dei giganti svedesi s’è ridotta e il ‘Contismo’ è venuto fuori.
raggiunti in 2 partite: 6 punti, 3 , 1 traversa, per 2 vittorie in cui pochi credevano.
Ha vinto , è stato così n dal Belgio.
Ha vinto da tutti i punti di vista: convocazioni, scelta dei titolari, gestione del gruppo, sostituzioni.

Gara molto tattica, anche brutta: poche occasioni, zero concesse alla Svezia, ricondotto alla ragione. La difesa ha tenuto, il centrocampo ha sofferto, l’attacco molto di più.
Male Pellè, tutt’altro rispetto al Belgio lunedì. Bene invece Eder, anche prima del : sponde, recuperi, aperture…no al gli era mancato il tiro, la specialità. Sbloccatosi, con la ducia di , potrà cambiare.

Nel secondo tempo, Zaza cambia la partita. L’ spinge di più e sora il vantaggio, con Parolo: colpo di testa sulla traversa all’82′. In quel frangente s’è visto che Giaccherinho sta lì perchè è multiuso: mezzala, esterno, rinitore,
Suo il cross dalla sinistra per Parolo e tanto altro.

Quando molti pensano allo 0-0 che ci avree tenuti sulla corda, sblocca Eder nalizzando una rimessa con le mani lunghissima di Chiellini, l’assist in tuffo di testa di Zaza,il vincente dopo un incursione tra 4 avversari.
Nonostante le difcoltà, l’ è rimasta unita: non l’ha mai vista, Buffon non ha fatto una parata. Ma si becca l’ammonizione per un giochino tra Bonucci e Chiello.

L’unica lezione nel pomeriggio di Tolosa.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply