ULTIM'ORA

Ecco la Roma: Rafa boccia Higuain, l’arbitro è decisivo.

640x360_C_2_video_491999_videoThumbnail

di Paolo Paoletti - “Cosa possiamo fare per stemperare -Roma? Parlare solo di calcio, è il messaggio più semplice e mi aspetto che sarà così”. Benitez la pensa come Garcia, non come tanti purtoppo in cerca di vendetta.
Anche Capitan ci ha messo la parolina: “spero torni il gemellaggio”. Molto dipenderà da come va la partita. Perdere il controllo della situazione prima, significherebbe immediate di Alfano, Tavecchio, Capo della Polizia.

La storia di è troppo fresca, non quanto quella di Paparelli di cui ricorre il 35° anniversario ma ancora presente tra i tifosi giallssi.
Caro Rafa il calcio va pulito alla fonte: basta , basta illusioni, basta errori che restano nel vuoto. Chi sbaglia deve pagare nella certezza di una pena: che siano tifosi, giocatori e tecnici, presidenti. Tutti.

Verona, Atalanta, Roma… in 270 minuti c’è la radiogra del : sabato sera sapremo se il 7° posto è ciò che veramente vale .
Bergamo è stata disarmante proprio perchè Benitez ha fatto meno errori del solito: niente turn-over, continuità di uomini e di gioco, lucido messaggio alla squadra: resta chi ce la fa! E’ quanto avevo suggerito venerdì scorso e ribadirò.

Rafa è rimasto col cerino in mano…
“Abbiamo fatto di tutto per vincere, lo meritavamo. Avevamo la partita in mano ma abbiamo sprecato due-tre palle gol. Potevamo essere terzi…Conosciamo le qualità di , ma il rigore non lo ha calciato benissimo, accade. Sarà ancora lui il sta? Vedremo”.

Colpito e affondato: 2 errori su 3 dal dischetto sono tanti, ma far fuori dai calci di rigore è il segno della pochezza del . IL suo miglior giocatore messo in dubbio nell’azione più facile è il paradosso di cui sono prigionieri, tifosi, squadra e media. Questo è mediocre e va detto oltre i numeri di Atalanta- e dell’attuale 7° posto.
E’ mediocre sopratutto nella testa, perchè gli errori decisivi a Bergamo sono errori individuali di testa e di cuore: Albiol sembra un asino in mezzo ai suoni, calcia da dilettante…errori che solo dal dischetto sono valsi 3 punti.

Questo va rifatto: la sua lacuna è difetto strutturale che Benitez non riesce a rimediare per le stesse scelte. Il suo 4-2-3-1 ha ingessato il , condannandolo. Senza che i 3 trequartisti sappiano recuperare palla alti, senza che i 2 mediani sappiano giocare uno-contro-uno. Così la difesa crolla nelle scelte di mediocrità quali sono Rafael, Koulibaly, Maggio e Goulam.

Ciò non è colpa di un singolo, nonostante si capisca perchè il Real abbia rinunciato ad Albiol… ma scelte errate di mercato e mancata volontà di porvi rimedio. Il discorso comincia da qui. Difficile attutire troppi colpi, la vera colpa di Benitez è non aver denunciato la verità:
1. troppo leggeri in avanti;
2. inadatti nelle caratteristiche a centrocampo;
3. scarsi in difesa
Lasciare andare Reina e Fernandez ha peggiorato la situazione nel reparto più delicato. Gli acquisti sono tutti inferiori a chi è andato via. E come dice Berhami il tecnico da esteta del calcio, ‘non-vede’ gli operai del pallone che invece lo scorso anno consentirono i record di punti e di gol per cui Rafa gon il petto.

Nello stretto mi deprime una diceria che circola insistentemente in città: da ambienti delle forze pubbliche e di investigazione che da giorni stanno lavorando a -Roma, viene la convinzione che il vincerà con aiutone: 3 punti la Roma può recuperali, altri incidenti al San Paolo Federcalcio e Ministero degli ni no.

Ma non sempre le ciambelle escono col buco: Damato ha fatto di tutto per far vincere il e non ci è riuscito. Un segno!!!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply