ULTIM'ORA

Ecco Conte: no limits, facile il sì all’Inter!

mar-cont3

di Nina Madonna - Nella nuova sede di Viale della Liberazione, è il giorno della presentazione di Antonio Conte, ufficializzato il 31 maggio e per la prima volta in conferenza stampa.

Domani lunedì la sua inizierà il ritiro a Lugano.

Prende la parola l’ad Marotta: “Voglio sottolineare con orgoglio di essere usciti dal settlement agreement. Un passo importante. Bisogna dare meriti alla società e al management”.

Domanda a Conte – Come pensi di colmare il gap? Ti senti un allenatore che 10-15 punti in più?
“Con “l’io” non si va da nessuna parte e non ho la presunzione di pensarlo. Bisogna ragionare col “noi”, in maniera unita e coesa. Tutti insieme possiamo prendere dei punti in più, io dovrò indicare la strada. Questo mi compete. La dovrò indicare io ed essere molto attento affinché la squadra segua questa strada. I giocatori, e siamo d’accordo col , dovranno seguire questa strada se vogliamo pensare da vincenti. Se qualcuno non ha questo scopo della è giusto che si faccia onestamente da parte e noi dobbiamo essere molto chiari. Confido molto nella rosa e nei nostri giocatori. Bisognerà lavorare tanto ed essere felici di farlo”.
6 minuti fa
Domanda a Marotta – Perché e Naingan non rientrano nel progetto
“Non è corretto entrare nei particolari. E’ stata una decisione sofferta ma non siamo sprovveduti. Noi abbiamo degli obblighi e non possiamo immaginare di depauperare questi patrimoni. Abbiamo deciso di fare questa scelta: ammetterlo ufficialmente fa parte del gioco. Abbiamo dei diritti e dei doveri. Entrambi si alleneranno con noi e rispetteremo questi diritti”
8 minuti fa
Domanda a Conte – Marotta ti ha definito un top player. Come cercherai di fare la differenza?
Ringrazio il direttore. Penso che i top player dobbiamo averli in campo. L’ ha una buona base di partenza per poter costruire qualcosa di importante. Sicuramente io dovrò dare un ap importante come penso di aver sempre fatto nelle mie precedenti gestioni. So di avere grandi responsabilità e la sento nei confronti di chi mi ha scelto. Sono pronto a prendermele e dividerle coi miei calciatori. Penso che questo sia il periodo delle chiacchiere. Dobbiamo parlare poco e lavorare tanto. Mi piace ricordare il motto “Testa bassa e pedalare”, dovremo essere bravi e feroci. Abbiamo l’obbligo di uscire ogni domenica con la famosa maglia sudata”.
11 minuti fa
Domanda a Marotta – Per l’ l’obiettivo è Lukaku?
Siamo in una fase di mercato in corso. Ringrazio Ausilio per il lavoro che sta facendo insieme a me per cercare di allestire una squadra competitiva. Non dobbiamo fare le cose in fretta, perché la fretta rischia di essere cattiva consigliera. Gli obiettivi che vogliamo raggiungere sono importanti e sappiamo i profili che piacciano a Conte”.
13 minuti fa
Domanda a Marotta – Com’è nata la possibilità di prendere Conte?
“Non abbiamo pellato nessun altro allenatore. Abbiamo chiuso in fretta e abbiamo stilato un programma innovativo e molto ambizioso che rispetta la nza della società. Pensiamo sia l’allenatore giusto in questo momento storico”
14 minuti fa
Domanda a Conte – E’ una squadra che può vincere subito?
“Sono una persona che non si pone limiti e non voglio che altri si pongano limiti a inizio stagione. Dovessi pormi limiti io, creerei subito alibi. Negli anni si è creato un gap enorme nei confronti della soprat e poi c’è anche il Napoli. Dobbiamo lavorare tanto e meglio degli altri per colmare il gap. Dobbiamo partire con l’ambizione di dare il meglio di noi stessi. Vediamo poi cosa succederà”.

15 minuti fa
Domanda a Conte – Tante richieste per te. Come ma hai scelto l’?
“E’ stato semplice scegliere l’ perché ci siamo trovato ad avere la stessa visione, a condividere la stessa ambizione con il direttore e con il presidente. Dobbiamo passare da un percorso di fatica e di sudore. La presenza di Marotta è stata un incentivo importante. L’ ha grandi ambizioni ed è una delle società più importanti al mondo”.
19 minuti fa
Domanda a Conte – Tante richieste per te. Come ma hai scelto l’?
“E’ stato semplice scegliere l’ perché ci siamo trovato ad avere la stessa visione, a condividere la stessa ambizione con il direttore e con il presidente. Dobbiamo passare da un percorso di fatica e di sudore. La presenza di Marotta è stata un incentivo importante. L’ ha grandi ambizioni.
21 minuti fa
“Conte è un profilo che abbiamo accettato velocemente perché in lui crediamo. Spesso mi è stato chiesto quanto incide un allenatore in una squadra: io ritengo che la figura dell’allenatore sia fondamentale, ovviamente supportato dalla società. In lui ci sono quei valori che noi vogliamo estendere ai nostri giocatori”, ha proseguito Marotta.
23 minuti fa
Prende la parola l’ad Marotta: “Voglio sottolineare con orgoglio di essere usciti dal settlement agreement. Un passo importante. Bisogna dare meriti alla società e al management”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply