ULTIM'ORA

Scolari rifiuta la croce: viviamo, non tutto è da buttare.

Semi final - Brazil vs Germany

di Ipa del Mar - “La vita continua, non è morto nessuno. Troveremo una nuova rotta per affrone lo tsunami di ieri”. Scolari rifiuta la croce ‘normalizzando’ il dramma del Brasile in conferenza stampa a Teresopolis.
“È la prima volta dal 2002 che la arriva in semifinale – ricorda Felipao – Abbiamo subito una brutta sconfitta, oltre quello che potevamo immaginare; ma non tutto è da bute. Ora pensiamo al terzo posto, che è un obiettivo comunque importante”.

Scolari sarà cacciato dopo la finale per il 3° posto. Il successore farà piazza pulita a cominciare da Freud, capro espiatorio attaccato da tutti e duramente da Carlos Alberto. Dai microfoni di , emittente per cui il capitano della Selecao trionfatrice dei Mondiali del 1970 fa l’opinionista, l’ex terzino destro ha detto che devono cambiare molte cose.

“Fino a oggi, non ho ancora capito perché non sia stato chiamato un giocatore di qualità, un creatore di gioco a centrocampo. Sono tutti mediani, non c’è un calciatore intelligente che metta i compagni davanti alla porta avversaria, per battere a rete”. “La commissione tecnica – ha aggiunto Carlos Alberto – è andata al Fluminense per conversare con Fred e fargli forza in vista della convocazione, e il risultato è che il nostro n.9 non ha fatto niente. Invece Ganso, che sta nel San Paolo ed è un grande giocatore, l’unico centrocampista di qualità che abbiamo ora in Brasile, è rimasto a casa. Non poteva se qui al ? Non capisco questa ‘famiglia Scolari’, che apre sempre la porta ad alcuni e lascia fuori gli altri”. “Serviva gente che, va detto – ha concluso Carlos Alberto – era stata scoperta quasi tre anni da Mano Menezes, predecessore di Scolari, poi mandato via. Avrebbero dovuto approfitne, dando continuità a un certo tipo di lavoro e chiamando anche altra gente di classe, come Philippe Coutinho che può venirci buono anche per il pmo tra quattro anni in . Lì bisogna che vada un gruppo in grado di conquise la Coppa, e non come questo”.

Dopo il 7-1 incassato dal Brasile nella semifinale contro la , in varie città brasiliane è esplosa la rabbia di una parte dei si. A San Paolo e Belo Horizonte i più esagitati sono venuti a contatto con la polizia e negli sono stati incendiati diversi autobus. A Belo Horizonte ci sono stati 12 feriti e 17 . Molti dei fermi in varie città sono per criminalità comune ma in certi casi i tafferugli sono scoppiati tra si brasiliani e argentini.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply