ULTIM'ORA

Rezza detta la linea: calcio? tra un mese si può, con rigore.

Rezza-ISS-1024x576

di Nina Madonna - Giovanni Rezza, dell’Istituto superiore di sanità e componente del Comitato tecnico-scientifico del , apre alla ripresa del di .
Una marcia indietro dialetticamente ‘mascherata’, dopo il no netto di questi giorni alla possibilità…
Strana coincidenza, se lo è stata, visto che a poche ore di distanza dalla dichiarazione, in le società hanno deciso di non giocare prima di un mese dalla ripresa degli allenamenti! Quindi da ciò che poteva sembrare un dietrofront, l’apertura di Rezza diventa la linea da seguire, seguita dai !

In diretta a Tg24, rispondendo a una domanda sulla possibile ripartenza del , ha ammesso…
“Oggi no, ma se mi chiedete tra un mese? Sicuramente a porte chiuse, con misure rigide e rigse. Sarà la a decidere. Fondamentali istruzioni rigse, come sta già facendo la , per rendere minimo il rischio di contagio per giocatori, addetti ai lavori e resto della comunità”.

Delle due l’una: o Rezza sapeva cosa saree accaduto nel consiglio di nel pomeriggio, oppure le società hanno dei contatti diretti con Rezza ed il Comitato scientifico del .

Le posizioni di Rezza e delle società coincidono: in tutti i si sono trovati d’accordo nello stabilire almeno un mese di allenamenti prima di riprendere con le partite. Quindi se gli allenamenti saranno autorizzati dal 4 maggio, saree possibile la ripresa del dal 6 giungo, data già ipotizzata da Spatafora!

Come si ricomincerà dal punto di vista del calendario sarà deciso più avanti. Finalmente una cosa è certa: da quando le squadre cominceranno ad allenarsi, per giocare bisognerà attendere un mese.

Rezza sapeva già ?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply