ULTIM'ORA

Delirio Italia: treno dei desideri ha tinto d’Azzurro i Giochi!

festa_casa_italia_foto_mezzelani_gmt_sportc036_20210806_1528402395

di Serena Paoletti  - A Casa Italia è delirio con che stappa champagne e ne versa a tutti sulle note di Azzurro, che atleti, dirigenti, giornalisti, entourage canta a squarcia a, ormai l’inno dell’Italia a Tokyo 2020!

Il treno dei ne ha izzati tanti, quanti nessuno s’aspettava anche se il Presidente del svela: ne avevo pronosticate 40, tanto era ed è il nostro potenziale in questi Giochi. Eppure mai gli italiani avevano fatto meglio alle Opiadi…

Comincia Tortu, chi ha strappato l’ agli inglesi di un centimetro. ” Noi davanti agli inglesi? Non è il l anno, It’s coming Rome di nuovo….  Battute a parte, l sono aiamo sempre preso più da esempio. Ma questa volta sono stati l a fare i compenti a noi”.

Spiega: “La differenza effettiva oggi l’ha fatta soprattutto Marcell, ma alla ne penso l’aia fatta anche Lorenzo – ha aggiunto, citando i compagni di squadra Jacobs e Patta, l Tortu in zona mista dopo l’incredibile vittoria della medaglia d’ – Quel tuffo nale per me ha un signicato, signica che ogni centimetro conta. Mentre correvo mi dicevo ‘non forzare perché lo prendi’. Mi è sembrato un chilometro non 100 metri. Ho pianto e penso che piangerò ancora di più. L’impressione mia era di essere arrivato primo, però era talmente impensabile che mi sono detto non è possibile… Poi ho visto Lollo (Patta, ndr) venirmi incontro e gli ho chiesto se lo avevamo fatto davvero… poi ho visto il delirio sull nostra tribuna”. “Non so in quanti potevano pronosticare un nale del genere – ha concluso Tortu – noi ci credevamo e anche prima di entrare oggi ci siano detti: la portiamo a casa noi oggi”.

JACOBS: “ FANTASTICO, VALE PIU’ DELL’INDIVIDUALE” ”Se siamo la nuova Giamaica? Ma quale Giamaica, siamo l’Italia e siamo la migliore di sempre. Siamo tutti e quattro supers”. Così il bicampione opico Marcell Jacobs dopo la strepitosa vittoria del quartetto azzurro nella staffetta 4×100 dei Giochi di Tokyo 2020: ”Noi siamo quattro sotto una sola bandiera – ha aggiungto - la maglia azzurra ci dà una spinta incredibile”. “La cosa più bella che è successa è che prima della gara ci siamo detti di vincere questa medaglia d’, ci aiamo creduto no in fondo. Questo vale di più di quello individuale perché condividerlo con questo gruppo è fantastico”, ha aggiunto. “Tokyo mi sta regalando tanto, una doppia medaglia d’ chi se l’aspettava. Aiamo fatto un grande lav, è stato un percorso lungo ma ora siamo sul tetto del Mondo: che dire, grazie anche a tutti gli italiani che ci hanno sostenuto”, ha spiegato. “È qualcosa di incredibile, un record per l’Italia. Quando tornerò in camera inizierò a piangere, perché è incredibile quanto sta succedendo.”, ha concluso Jacobs.

DESALU E PATTA: “SIAMO AL SETTIMO CIELO” ”Siamo un bel gruppo, aiamo lavorato tanto. Quello che ha fatto la differenza, quel centesimo di secondo, e’ il grande gruppo che ci unisce, che e’ una cosa fantastica. Ci siamo detti l’uno con l’altro: ‘ti di di me?’ e ci siamo risposti: ‘si’, e pensavi che ti dicessi di no? Crediamoci, perche’ puo’ succedere’… E l’aiamo fatto!”. Cosi’ l’azzurro Fausto Desalu commenta la vittoria nella 4×100 maschile. Il compagno Lorenzo Patta aggiunge: “È la mia prima Opiade, meglio non poteva andare. Sono felicissimo, al settimo cielo. Ancora non ci credo, devo ringraziare l tre e tutti gli altri compagni che ci hanno accompagnato in questo percorso”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply