ULTIM'ORA

De Ma: Napoli, errore quarantena! Calcio privilegiato.

De.Laurentiis.De.Magistris.2017.750x450

Luigi incalza su Juve-Napoli. Il di Napoli attacca i privilegi del e la via preferenziale per cui un calciatore viene trattato diversamente da un normale cittadino anche sul piano della salute!

“Non credo che il Napoli avesse alternative, nel momento in cui la Asl impone di non partire. Trovo sgradevole che si assegnino partite a tavolino quando non si gioca una partita. Ma ormai di in questo c’è molto poco, io le partite senza i si non riesco più neanche a vederle. La Asl Napoli 2 ha imposto al Napoli di non partire, con delle prescrizioni forti e paventando anche responsabilità di natura penale. Poi ci sono le dietrologie: se questa è stata una decisione autonoma dell’Asl lo lascio al ragionamento, all’intuizione e alla sagacia di molti”. Considerazione dietrologista…

“C’è una confusione totale, dalla presenza dei si allo alla gestione delle partite. Io mi chiederei, da no e da , cosa è stato fatto in questi mesi per evie che l’emergenza possa divene qualcosa a cui ci si abitua e di cui si approfitta comprimendo altri diritti e consentendo di proseguire senza dare poi delle risposte. Il tema del ha a che fare con l’approssimazione con la quale sono stati affrontati alcuni temi e le corsie preferenziali che per ragioni economiche alcuni settori, come il , hanno”.

“E’ un ulteriore sintomo di come, nonostante siano passati diversi mesi dall’inizio della pandemia, non si riescono a prevedere cose assolutamente prevedibili. Non si è compreso perché per i giocatori siano state previste diverse, cioè il non dover andare in quarantena se una persona sta a contatto diretto con un positivo. E qui si arriva all’origine di ciò che ha anticipato -Napoli, che è la partita Napoli-Genoa. Se si fossero applicate le che valgono per tutti i cittadini, non saremmo arrivati a questo”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply