ULTIM'ORA

De Laurentis, i tormenti di Edy, la rabbia dei tifosi!

190835578-215fc78e-835e-44b3-9f83-d3f23422d3aa

di Paolo Paoletti - “Io sono un grande estimatore di Edinson Cavani. Con lui ci siamo divertiti molto durante il suo soggiorno napoletano. Ha fatto tanti bellissimi gol, ben 104! Ma è diffi riportare nel Napoli un calciatore utilizzato nel passato. Non tanto perché sembreree una minestra riscaldata, ma perché il Napoli evolve di torneo in torneo assumendo diverse e differenti teorie di gioco. Dico sempre che aiamo bisogno di e già i nuovi arrivati quest’anno contribuiranno fortemente ai successi del Napoli. E per parlare delle punte, giocatori importanti come Milik e Gaiadini hanno grandi possibilità, nel Napoli, di trovare la loro consacrazione. Noi siamo responsabili del futuro della squadra e non doiamo fare operazioni a effetto. Non aiamo bisogno di incantare nessuno. Si è per fede e non per la scelta dei calciatori”.

Conservate questa lettera di De Laurentis, c’è tutta la fraudolenta mentalità del cinepresidente arrivato a Napoli per il calcio-, non per vincere titoli sportivi. Ciò che non gli riesciva più con il cinepanettone, glielo hanno regalato Napoli ed i napoletani, traditi da 12 anni dal presidente più scaltro e arrogante della storia azzurra.
Sul sito del Napoli proprio il comunicato su Cavani, pur comparendo nella home page, non è più leggibile: quando si clicca sull’articolo, il pezzo rimanda ad una pagina vuota o errore di visualizzazione.

Ecco, i odiano De Laurentis perchè l’atto di fede che pretende è falso.
Lo è sempre stato: si diventa perchè si vince, ci si affeziona all’idea di e del mito che incarnano (incarnavano) i giocatori. Non si può essere di un Napoli da per le tasche di chi ci sputa addosso “la merda in cui eravate 12 anni fa”.

De Laurentis ci sfrutta e tradisce costantemente: a Dimaro ha offeso e preso in giro i napoletani saliti fin lassù per assistere alla presentazione della squadra, annullata 1 ora prima per dei fischi.
A Napoli i ‘Novantanni’ sono stati peggio di una sagra paesana, assenti tutti gli eroi degli scudetti: Maradona, Ferlaino, Bianchi e quant’altri potevano fare ombra al cinepresidente.
Però non si è fatto scrupoli di vendere i biglietti di Curva per Napoli-Milan a 40 euro: rapina!
Adesso ci prende per il culo con Cavani, tacciato di tradimento come Higuain, due che hanno riempito le sue tasche con ben 150 milioni!

Cavani torna?
Lo faree solo per i figli: Soledad ex moglie si è rifatta una vita a Napoli ed i bambini difficilmente volano a Parigi dal papà Edison. Ci soffre.
Ci specula, invece, De Laurentis: da una parte scrive una lettera che spiega un falso, dall’altra aenta indiscrezioni che lo mettano sui come chi ha fatto di tutto per rimpiazzare i traditori.
Prima facendosi volutamente usare da Wandita, candidata al prossimo cinepanetone per essere stata al gioco delle falsità del mercato, poi sfruttando i sensi di colpa di Edison Cavani.

Il calcio è uno schifo, lo rendono sempre peggio, personaggi come De Laurentis che per 1 euro venderee anche la madre.
Figuriamoci la fede del tifo!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply