ULTIM'ORA

Cr7 raccontato da un ragazzino: a Roma accoglienza Champions..

Soccer: Champions League, Roma-Real Madrid

di Antonio Giordano* - dos Santos Aveiro, semplicemente , è la stella del Real Madrid e capitano della Nazionale portoghese. Nasce a Funchal, il 5 Febbraio del 1985, in una famiglia numerosa e molto povera: due sorelle e un fratello.

Viene chiamato Cristiano per la fede cristiana della madre e il secondo nome, Ronaldo, per la grande ammirazione che il padre nutre verso Ronald Reagan, 40° presidente degli Stati Uniti dall’81 all’89.

A 7 anni comincia a giocare nell’Andorinha, piccola società in cui il padre lavora come magazziniere. Il suo talento è subito inconfondibile. A dodici anni passa al Nacional e poi allo Sporting Lisbona: dimostra subito di essere il più promettente talento del portoghese. Nella stagione 2002-2003 debutta in League contro l’Inter; nella sua prima stagione in colleziona 25 presenze e conquista la Nazionale.

PARAGONI. Cristiano si impone all’attenzione dei grandi , in molti lo paragonano a George Best, un accostamento che lusinga il ragazzo di Funchal, soprat quando, nell’estate 2003, si trasferisce al Manchester United per una cifra vicina ai 20 milioni di euro, diventando il primo portoghese della storia dei Red Devils e il giovane più pagato della er League.

Cristiano esordisce in contro il Bolton e segna il suo primo gol al Porthsmouth. La sua prima stagione nel inglese termina con un bottino di 29 presenze: suo il gol n.1000 nella storia dei Reds.

SCARPA D’. Nelle tre annate successive, Ronaldo sigla 37 gol, alza due trofei (Community Shield e Coppa di ) e diventa sempre più protagonista. Nel 2006-2007 vince la sua prima er: 23 gol e 19 assist in 53 presenze.
Ma è nel 2007-2008 che Cristiano fa boom: conquista la League e batte il record di gol stabilito da Best. In quell’anno arriva anche il primo gol in coppa europea: strano caso del destino, lo realizza proprio contro il suo Sporting. Il portoghese firma 8 gol in 11 partite di e vince la Scarpa d’ (33 gol). Nella stagione 2008-2009, Cristiano va molto vicino al trasferimento al Real Madrid che, però, non si concretizza; alza il suo primo Pallone d’ e vince il World Player.

IL REAL. Nel 2009, finalmente il suo desiderio di trasferirsi a Madrid viene esaudito: con i Galacticos, che lo pagano 94 millioni di euro, Cristiano si scatena. Indossa subito la maglia n.9 di Alfredo Di Stefano, sigla il suo primo gol al Deportivo per poi terminare la stagione con 33 gol in 35 presenze. Ma in agguato c’è un grave infortunio, seguito da una ricaduta. Ronaldo annuncia di essere diventato padre di un bimbo, a lui affidato e del quale non rivelerà mai la madre.

Le cronache gossipare impazzano quando il fuoriclasse si fidanza con la bellissima modella Irina Shayk, dalla quale si separa nel 2015. Mourinho prima e Ancelotti poi esaltano ancora di più il campione di Funchal: i Palloni d’ diventano tre mentre, sotto la guida del tecnico italiano, le Coppe dei Campioni madridiste salgono a dieci, cnate poi dal per . In una stagione, Ronaldo batte tutti i record del Real, firmando 61 gol.

Il campione portoghese guadagna circa 20 milioni di euro netti all’anno di solo ingaggio, ai quali agiungere circa 15 milioni di euro garantiti dagli sponsor. Il che ne fa il calciatore più ricco e più pagato al mondo, appena sopra il grande rivale di sempre: Lionel Messi.

*Studente, 14 anni, al liceo francese Chateaubriand di Roma

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply