ULTIM'ORA

Il Contismo: orgoglio, carisma, fede…

italia-svezia_30c25f91-97ba-41b1-8898-d030cb69d3c6

di Paolo Paoletti - Il ‘Contismo’ non è più un’ipotesi ma fatto concreto: qualificazione in 180′ agli ottavi degli Europei. Che nessuno s’aspettava.
Come prima del girone E, l’Italia troverebbe la seconda del gruppo D, molto probabilmente una tra Spagna e Croazia, sfida, almeno sulla carta, molto complicata.
ha già chiarito: arriveremo dove meriteremo. Chi potrebbe addebbie al Cittì una eliminazione contro il Paese delle finaliste di ?
Il gol di Eder regala agli azzurri una gioia che mancava dal 14 giugno 2000, quando a Bruxelles la selezione allenata da Zoff batteva il Belgio per 2-0 grazie alle reti di Francesco Totti e Stefano Fiore.
E il presidente Tavecchio ammette: “ è bravo, vorrei sapere chi avrebbe puntato su Eder come ha fatto lui. Questa conclude il primo ciclo. Nella ripresa, quando la Svezia ha finito la carica energetica, siamo usciti noi anche se è sempre pericoloso giocare con questi giganti”.
Eppure Pistocchi che deve difendere l’ostracismo al Cittì attacca: “non mi piace vincere così. La non ha un gioco”.
Non è così caro Maurizio e tu lo sai…
Nei migliori campionati del mondo – quindi europei – il 23-25% dei gol si segnano negli ultimi 10 minuti. L’Atletì di Simeone ha disputato 2 finali di in 3 anni, il ha vinto la giocando in contropiede!
benitez in Italia è stato martoriato dopo aver fatto segnare 100 gol al Napoli, di volutamente si omettono i 102 punti fatti con la Juve!
Il Contismo è un misto di realismo, valori morali e atletici, spirito di gruppo all’ennesima potenza, applicazione agli schemi da mandare a memoria. si è fatto conoscere per il 4-2-4 di Siena, che solo il Brasile ha saputo ottimizzare.
A cambiò subito rotta, vincendo 3 scudetti consecutivi.
In Europa non è andato lontano, ma la Juve aveva la testa ai campionati.
In , Antonio ha lottato contro tutto e tutti: l’ostracismo dei club, la pochezza della Figc, l’assenza di talenti, la sterilità del movimento calcistico italiano.
Perciò è andato via. E farà di tutto per lasciare senza rimpianti.
La gioca un 4-5-2 obbligato: ha perso Verrati e Marchisio, i migliori. Costretto a scoprire Pellè nel Southempton.
Punta sul blocco Juve che ben conosce e gli da quelle gae cheservono.
Il contropiede? Ci torneranno tutti, prima o poi.
Gli italiani lo fanno al meglio, e anche la Svezia dei ‘giganti’ è crollata sulle folate del secondo tempo.
impone une gestione rigida: chiede tutto e ripaga chi non si tira indietro.
Se ne infischia del malumore verso gli oriundi: oggi chi caccerebbe Eder?
La forza di questa squadra è che consoce i suoi pregi e i suoi difetti, sappiamo tutto. Questa è una base di partenza per mantenere i piedi per terra. Detto questo noi la terza gara la vogliamo vincere, non farò del turnover ma spero di trovare giocatori che portino alla ”.
“Eder diventa molto importante perché ha tecnica e velcoità. Aveva bisogno di ritrovare brillantezza fisica, quello scatto che ha. Fare un gol del genere alla fine significa qualcosa. Sapeva di essere in rido di condizione, si è messo con la testa bassa, voleva esserci e venire agli Europei”.
ha abbracciato la ‘croce ’ da subito. Da capo, da italiano orgoglioso di esserlo.
La chiamata ai si lo conferma: “vestitevi di blu, fatevi dvedere. Giochiamo per tutto il paese, giochiamo per unire tutta l?Italia, orgogliosi della maglia azzurra, orgogliosi di essere italiani”.
Il Contismo non è nato in e non morirà in : Antonio , ha provato a fare la rivoluzione.
Non ci è riuscito ma sarà difficile dimenticarlo!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply