ULTIM'ORA

Conte: promesse non mantenute, ma siamo squadra non selezione.

++ Conte,pensiero dimissioni? No, ne ho avuti altri... ++

di Chiara Beni - Prove generali di Europeo e vero motivo del suo addio, spiega: MI era stato promesso che avrei lavorato di più. Gli stage erano al centro del mio lavoro. non mantenuta. Ciò nonostante all’Europeo andremo con una squadra non una selezione”.
La bomba scoppia alla vigilia di -Spagna, amichevole in cui ci si può far male!
Martedì poi all’Allianz Arena di Monaco contro la Germania Campione del Mondo, l’ultima prima del ritiro che scatterà il 22 maggio, per tenere con condizione contro Scozia e Finlandia.
Assenze importanti: Marchisio, , Barzagli e Chiellini. Tutti titolari…

lascia una porta aperta per inserimenti dell’ultimo momento: “Questo doppio impegno ha un valore notevole. Poi non ce ne sono altri, mancano due mesi per le convocazioni definitive, 23 giocatori. Avrei voluto vederli un po’ di più in maniera anche più serena prima ma non è stato possibile. Cercheremo di capire se i nuovi arrivati hanno la possibilità di essere utili per l’Europeo”.

Nel salotto del Friuli sarà sfida tra due delle Nazionali più titolate del Mondo.

“Cambiare modulo, senza cambiare i nostri principi, fare la partita, tenere ritmi alti, aggredire avversario”, cerca valore aggiunto. Come la decisione di annunciare l’addio prima dell’Europeo, una mossa di correttezza.

“Un atto di correttezza per consentire di pensare al dopo Europeo. Allenare la del proprio Paese dà un orgoglio smisurato. Quando ho espresso il concetto di non sentirmi molto utilizzato a dispetto di quello che mi era stato promesso quando sono diventato allenatore, ovvero di lavorare un po’ di più, non volevo mancare di rispetto a nessuno. Per me e per tanti ragazzi l’Europeo è un’occasione unica. Sento una grande responsabilità. A giugno dovremo sentire tutti che l’ soffia dietro di noi per spingerci in avanti questo ci deve dare una grandissima forza anche per colmare il gap con qualche squadra che adesso è più avanti di noi”.

Un minuto di silenzio per ricordare le studentesse in Spagna e le vittime di in Belgio.

“Non possiamo e non dobbiamo farci spavene, ma alzare ancora di più le antenne. Gli sono una festa e mi fa piacere che l’ non preveda partite a porte chiuse. E’ un modo per non abituarsi a qualcosa di disumano”, ha detto il capitano dell’, Gigi Buffon.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply