ULTIM'ORA

Conferma Usa: solo collaterale ma Rossi ha dubbi!

C_29_articolo_1023310_upiImgPrincipaleOriz

di Chiara Benigni - E’ stata confermata la diagnosi per Giuseppe . è stato, infatti visitato presso la clinica di Vail, in Colorado dal professor Richard Steadman. “C’è una lesione al mento collaterale mediale associata ad una sollecitazione del mento crociato anteriore già precedentemente operato” si legge nel comunicato apparso sul sito della . Il calciatore dovrà osservare 2-3 settimane di riabilitazione, poi nuovi accertamenti.

Andrea segnala: “I tempi di si allungano”.

Giuseppe è negli Stati Uniti accompagnato dalla fidanzata Jenna, la sorella Tina, dal dottor Paolo Manetti, responsabile sanitario e dal fisioterapista di fiducia Luke Bongiorno. La speranza della e anche di è che lo stop del giocatore non superi i due mesi.

Una visita che non ha sciolto i dubbi e alimentato nuove preoccupazioni. “Il professor Steadman ha rimandato tutto tra 20 giorni” dice l’agente di . “Anche lui non ha saputo dire come è essato il mento crociato. Si è parlato di tre settimane per una nuova diagnosi, altre valutazioni sono azzardate. Vorrei sapere anche io cosa intende Steadman per ‘sollecitazione’. E’ un termine che vuol dire tutto e nulla, nessuno si è sato. Il crociato, comunque, non si è rotto. resterà a New York per la riabilitazione, in attesa della pma visita. Il professor Steadman ha escluso problemi riguardanti la carriera: questa sicuramente è una buona notizia. Ma ovviamente questa attesa di venti giorni farà slittare i tempi di . La sola cosa veramente confortante è che il professore mi ha assicurato che la sua carriera non è a rischio e che tornerà al 100 per cento”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply