ULTIM'ORA

CI: avanti Miha-Zeman, irriducibili!

72597622b3bd4f6ff7191905b8cddc1f_169_xl

di Paolo Jr Paoletti - Missione compiuta per Sampdoria e Cagliari nei sedicesimi di Tim Cup, ma al termine di gare completamente diverse. A Marassi Gabbiadini fanno e se ne vanno: i blucerchiati battono il Brescia con un secco 2-0. Miha sfiderà l’Inter!
Partita pazza al Sant’Elia dove i sardi acciuffano 4 volte il Modena e alla fine lo stendono ai : finisce 9-8 (2-2 al 90′ e 4-4 al 120′) con doppiette di Longo e Granoche. Ora affronteranno il .

SAMPDORIA-BRESCIA 2-0
A Genova secondo pronostico, con la Samp infarcita di seconde linee e Brescia in formazione titolare. Meglio gli ospiti nei primi minuti, ma nella seconda metà di primo tempo i padroni di casa vengono fuori trascinati da Bergessio, che prima impegna Arcari con un tiro da fuori e poi con una spettacolare rovesciata. Al minuto 33 la partita si sblocca: Sansone è lanciato a rete, il portiere bresciano lo stende in area e Gabbiadini izza il rigore senza esule. Bergessio vuole a tutti i costi il e, dopo averlo sfiorato prima dell’intervallo innescato da Gabbiadini, lo trova al 57′: frittata di Antonio Caracciolo che invece di servire Arcari lancia in porta Fedato, assist per l’argentino Catania che a porta vuota non può sbagliare. Olivera va ad un passo dal riaprire la partita, Bergessio colpisce la traversa e non la chiude. Al minuto 85 ingenuità di che si fa espellere e salterà dunque la sfida contro la sua squadra dell’amico : in tribuna Ferrero può comunque esule con un turbante blucerchiato e i consueti selfie.

CAGLIARI-MODENA 9-8 DCR
Pochi i presenti sugli spalti, ma – col senno del poi – sicuramente fortunati. Con Zeman infatti non esistono partite poco importanti dove tirare indietro la gamba, tantomeno in gare ufficiali. Nonostante la mentalità propositiva del boemo, è il Modena a passare dopo solo 6 minuti con un colpo di testa di Beltrame che colpisce il palo, poi la schiena di Cragno e infine rotola in rete. Il primo tempo offre poco altro, ma nella ripresa il ritmo si impenna. Innanzi, al minuto 59, Conti sigla il pari izzando il rigore procurato da Farias per un fallo di Manfredini. Gioia che dura meno di 10 minuti perché al 68′ Luppi fa 2-1 con un sotto la traversa. Partita finita? Assolutamente no, perché al 93′ il neo entrato Longo trascina la gara ai supplemeni con un’azione caparbia che vale il 2-2. A questo punto è spettacolo puro: al 98′ Granoche fa 3-2 grazie a un errore di Ceppitelli, poi segna ancora Longo al 101′ con un bolide da centro area, di nuovo il Diablo porta avanti il Modena con un rigore al 109′ dopo il palo colpito da Ibarbo, ma per la quarta volta il Cagliari al 119′ agguanta la parità con un rasoterra di Farias. Dal dischetto sbaglia Conti, Osuji ha il match-point ma Cragno è super. Alla fine decide l’errore di Cionek, il Cagliari ritrova la al Sant’Elia che mancava addirittura dall’esordio in Tim Cup e che in campionato non è ancora arrivata.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply