ULTIM'ORA

Inter ok, Dea giù, Viola su: che noia!

857e4d18802de78f2d4fb3cde3705df0

di Paolo Jr Paoletti - Dopo un mese di ed il primo turno di Coppe c’è una spaccatura: le 7 ‘Grandi’ sono state raggiunte dalla Fiorentina, le altre sono sempre più piccole! Juventus a parte, il cui disastroso inizio dipende da 3 anni di scelte sbagliate, Inter, Milan e Atalanta (quella che sta peggio) tengono botta; Napoli e Lazio al di là della classifica sono ancora da decifrare; e Fiorentina hanno fatto decisamente passi avanti.

Il resto è noia come è noioso tutto il !

Vero è che l’offerta di è diventata veramente insopportabile tra A-B-C, Champions, Europa League ed il nuovo torneo Uefa (il più intrigante per la formula), Premier, Bunde e Ligue 1; ma è altrettanto indubbio che il no sia in netto calo di interesse perchè è di scarsa qualità competitiva. Nazionale a parte, è quasi inutile vedere gare di cui si sa già come va a finire. La competizione e la possibilità di competere è alla base dello sport, ma il Sistema ha ridimensionato se non azzerato il diritto a competere determinando di fatto un enorme ed incolmabile vuoto tra 7/8 club e gli altri!

Gravina se ne faccia carico, perchè l’assurdo contributo da 56 milioni riconosciuto malamente dal al ottenga 2 obiettivi: più sport di base e per i , più competitività per i piccoli club!

IL SABATO. L’Atalanta per adesso è lontana parente di quella della scorsa stagione. Gasp ha ragione, manca molto in d’ serviva di più dal mercato. Eppure anche a Salerno la Dea ha avuto diverse occasioni da rete, izzando solo con Zapata ad un quarto d’ora dal termine. Poco bravio e fortunati, i bergameschi portano a casa 3 punti che non nascondono le magagne evidenziate anche in Champions: l’intensità non è la solita, la manovra non svolge fluida, pochi riferimenti per lo sbocco sotto rete, Ilicic ingiudicabile e sempre sulla gambe anche se autore dell’assit vincente.

Battendo il Genoa 2-1, la Fiorentina di Vincenzo no centra le terza consecutiva e aggiunge elementi per essere definita la rivelazione del , come aveva detto l’allenatore del Genoa Ballardini alla vigilia della partita. I dimostrano di essere una tà bellissima.Bravo il tecnico dei toscani, la mossa di Saponara, entrato a inizio ripresa al posto di Gonzalez. Suo il che cambia il destino del match, suo l’assist, di tacco, per Bonaventura che fa 2-0. Il Grifone, pur sconfitto, ha tenuto testa alla Fiorentina, ha difeso bene fino al , ha mostrato spirito di squadra, ma in non ha avuto peso. I arrivano tutti nella ripresa. Dopo Saponara (16′), segnano Bonaventura (43′) e Criscito (50′ rigore).

Inter batte Bologna 6-1 (3-0) nell’anticipo odierno della 4/a giornata del di di Serie A disputato sul terreno dello stadio Giuseppe Meazza di Milano. I : nel primo tempo Lautaro al 6′, Skriniar al 30′, Barella al 34′; nel secondo tempo Vecino al 9′, Dzeko al 18′ e al 23′, infine Theate per il Bologna al 41′.

 

 

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply