ULTIM'ORA

Fazio bocciato da calcio e Renzi: flop!

>>>ANSA/FAZIO SCIVOLA SUGLI ASCOLTI, 'NON MI GIOCO CARRIERA SU SHARE'

di Remo Fiori – l ! Il direttore di Rai1 Giancarlo Leone, punta il dito su -Atletico di Champions League e Fabio Fazio rivendica: “Non mi gioco la carriera per qualche punto di share”. Ma la tensione all’Ariston è forte: gli ascolti di Sanremo crollano e il caso si prepara a finire in Cda Rai.

Il consigliere Antonio Verro chiederà chiarimenti sui possibili impatti sulla pubblicità. Per la prima volta dal 2008 la seconda serata scende sotto i 9 milioni nella prima parte (8.926.000 con il 33.52%), 3,7 milioni (37.59%) nella seconda; la media è di 7,7 milioni con il 33.95%, 9 punti e 3,6 milioni sotto il 2013. Leone ricorda che il su Canale 5 “ha raccolto 5,5 milioni e il 18%, mentre l’anno scorso Real Madrid-Manchester United su Italia 1 fece l’8.8%”.

Anche Rai2 ha raddoppiato passando dal 2.2% delle tribune elettorali al 4.73% del film Vulcano.
Concorrenza decisamente più forte. E l’a platea è in netto calo. Nel 2013, davanti alla in seconda serata, per Sanremo c’erano 26,4 milioni. Quest’anno ne mancano all’appello 3,7 (22,7 milioni, -14%).

Dati che pesano sul clima di un l che – dopo la bacchettata della Corte dei Conti sul rosso accumulato dalla Rai nel 2010-2012 e denunciato da Beppe Grillo nel suo comizio davanti l’Ariston – si era aperto con il o per la prima volta in attivo: 20 milioni 200 mila euro di ricavi pubblicitari (più 600 mila euro dalla vendita dei biglietti) a fronte di 18 milioni spesi dall’azienda.

Leone annacqua… “Se la Rai deve restituire i soldi nel caso in cui gli ascolti scendano sotto il 35%… la risposta è no”.

“La tecnica di vendita degli spazi del l non è quella classica, il computo viene fatto giorno per giorno, su dati puntuali, e non sono previsti sconti. Al saldo finale si vedrà quali saranno le politiche commerciali da adottare in seguito. E0′ così ogni anno e non vedo particolari contraccolpi, perché i dati sono comunque buoni”.

Silenzio per adesso tra gli sponsor: “Non abbiamo dubbi che alla fine Sanremo sarà un successo come ascolti e qualità” dice Massimo Nalli, direttore generale della divisione automobili Suzuki Italia, tra i main sponsor di Sanremo con Conad, Findus e Dash.

“Sanremo resta un’occasione di visibilità quasi insostituibile”… anche in Conad aspettano i “dati complessivi”. Intanto si mostra soddisfazione “perché la scelta di proporre all’no del l uno spot istituzionale invece che la promozione di un sino prodotto ha pagato: il nostro spot è stato il più visto della prima serata”.

Verro, invece, è molto preoccupato e pronto alla battaglia: “Spero in una risalita nelle prossime puntate almeno in media con gli anni passati…non sarà facile. Nel prossimo Cda chiederò eventuali impatti sulla pubblicità”.

Chi strappa sorrisi, come al solito è Lucianina : “Ci sta aver perso un po’ di ascolto. Da tifosa del , ieri sera avrei cambiato canale anch’io, per poi tornare sul l”.
Stasera c’è ancora il calcio su Canale 5, con Swansea-Napoli di : “Ci auguriamo che vinca il Napoli naturalmente – scherzare Leone – ma previsioni di ascolto non ne diamo”.

Le sfide per Sanremo non sono finite: domani l’ammiraglia manda in onda Matrix speciale sul governo .

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply