ULTIM'ORA

Arbitri sottomessi, Preziosi accusa tutti: Genoa brucia!

C_29_articolo_1057663_lstParagrafi_paragrafo_0_upiImgParFull

di Paolo Paoletti - Preziosi ne ha dette quattro anche a Sky, la colpa del calcio fuori controllo è anche della tv. Ma sopra di tutti i presidenti che si sono venduti ai della televisione…
Prezioni solleva il vaso di Pandora: “ci sono interessi enormi che vanno difesi. Non è possibile che si faccia vedere highlights solo di ciò che si vuole. Se quanto accaduto al Genoa fosse successo alle squadre di alta classifica ci sarebbe il finimondo, a cominciare dalla tv. Bisogna far vedere e non cambiare argomento quanto di tratta delle altre. Bisogna lottare la compensazione, errori su errori che falsano . Ho diritto di vincere se lo merito, non ci può essere un arbitro che determina i risultati: a noi sono 4 partite di seguito che accade. Ggli errori sono una cosa seria. Anche il rosso a Burdisso mi sembra azzardato: la compensazione è una favoletta che lascio a voi. Gli errori condizionano il rendimento della squadra, perché se perdi quando dovresti vincere il morale va sotto i tacchi. Qualche partita l’abbiamo persa solo per colpa di errori arbitrali”.

Più di così cos’altro si deve dire, accusare, per mettere a soqquadro questa sottomissione degli arbitri?
De Laurentis dopo la sconfitta con la , disse chiaro: “Tagliavento e tutti i collaboratori sono scadenti o in ”. Tosel ha rimandato la punizione alla Procura Federale retta da un napoletano. Quando arriverà la sentenza?
Uno schifo…

Gasperini è una furia, Sarri all’OLimpico ha detto chiaro: “Non si può più giocare in Italia!”.
Brutta , gli arbitri italiani non sono più i migliori o la di questo paese impera anche nel calcio.
All’Olimpico siamo arrivati addirittura ad ammonire un giocatore per un pallonata sul viso…
Ovviamente era uno dell’Empoli, Daniele Croce, che giocava tra in serie C fino a poco fa.
Al termine di Genoa-Fiorentina, Gasperini invece sbotta: “Meritavamo di vincere, non di pareggiare. Abbiamo subito cinque gol irregolari in 4 partite consecutive e quindi non parliamo di episodi, ma di gol che determinano risultati e quindi punti. Non è possibile che un fuorigioco verso la nostra porta sia meno evidente di un fuorigioco nella porta di una grande squadra”.
Gasp non si risparmia, lanciando il tema dominante di questa stagione: gli arbitri falsano il campionato, la compensazione impera, nessuno è in grado di tutelare la regolarità del torneo…
“Non siamo alla canna del gas, abbiamo 28 punti. Nel calcio fa comodo non tutelare meno i più deboli – ha proseguito Gasperini – Va bene, ma mi devono fare gol regolari. Poi però sento sempre parlare di risultato giusto e lo voglio dire: noi stasera siamo stati nettamente superiori alla Fiorentina”. Gasperini ricorda , “siamo stati zitti. E io lo dico adesso. Il non meritava di vincere e comunque hanno fatto due gol irregolari e noi uno buono”.
Stride il commento al risultato di Marassi di Montella… “Ho visto una partita equilibrata…Il Genoa ha avuto più occasioni nitide e noi più occasioni importanti. Il Genoa è stato piu bravo a indirizzare la partita sulle proprie caratteristiche e noi abbiamo faticato. Potevamo essere più lucidi quando siamo rimasti 11 contro 10″.
Secondo Montella: “Obiettivamente pensavo di vincerla”. Ma no…

LA MOVIOLA.
Genoa-Fiorentina, 1-1: e dal 34′ Di Bello, voto 3.
Sul gol del pareggio della Fiorentina: sulla punizione di Fernandez, Babacar si trova al di là di tutta la linea difensiva del Genoa. E proprio Babacar, rientrando e cercando di partecipare al gioco, commette infrazione su De Maio, allargando il braccio sinistro e sandolo, rendendo imperfetto il colpo di testa del difensore rossoblù. Secondo Cesari l’azione andava fermata e si doveva assegnare un calcio di punizione per il Genoa. Pesantemente contestata dal Genoa l’espulsione di Burdisso: eccessivo il secondo giallo all’argentino. Bastava, secondo Cesari, semplicemente il fallo.
Roma-Empoli, arbitro Russo: voto 4,5.
Al 9′ doppio errore di Russo: Pucciarelli commette fallo su Yanga-Mbiwa poi si insinua in area e viene atterrato dal difensore giallsso. Era calcio di rigore ma c’era da assegnare una punizione ai capitolini in precedenza.
Al 38′ rigore all’Empoli: Saponara, in posizione regolare, viene atterrato da Manolas… penalty inevitabile e ‘rosso’ per Manolas.
Nel recupero del primo tempo ‘rosso’ anche per Saponara che (forse) tocca il pallone con il braccio sinistro e si becca il secondo giallo.
Al 49′ ammonizione ingiusta per Croce, che tocca il pallone con la testa e non con il braccio.
Al 65′ contatto tra Mario Rui e Pjanic: il braccio destro del giocatore della Roma sembra colpisca per due volte al costato l’avversario. Che poi dice: “Hai visto cosa mi ha fatto? Mi ha dato un cazzotto”. Prova tv?
Non è rigore, invece, sulla punizione dello stesso Pjanic toccato col bracio da un empolese in barriera. Allo um non andò cosi…

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply