ULTIM'ORA

Calcio-scandalo: 50 arresti, i nomi!

Calcio: al via assemblea di Lega Pro

di Lele Macrina - Sono 50 i club coinvolti nella nuova inchiesta della Procura Antima di Catanzaro che ha scoperto una rete di associati, fra calciatori, allenatori, e dirigenti sportivi, che coinvolgerebbe oltre 30 squadre, volta a truccare le partite per fini illeciti, scommesse.

Questi i nomi delle 50 persone finite in manette:

CICCARONE Antonio, nato a Eboli (SA) l’11.10.1973 (Direttore Sportivo del Neapolis);
MOXEDANO Mario, nato a Napoli il 28.2.1954 (Presidente del Neapolis);
MOLINO Francesco, nato a Cosenza il 22.6.1980 (Direttore Sportivo del Comprensorio Montalto Uffugo);
PALERMO Antonio, nato a Cosenza il 7.3.1967 (Dirigente del Comprensorio Montalto Uffugo);
MOXEDANO Raffaele, nato a Napoli il 22.1.1985 (figlio di Mario e calciatore del Neapolis);
IZZO Pasquale, nato a Pozzuoli (NA) il 19.9.1982 (Calciatore della Puteolana);
CCHI Emanuele, nato a Napoli il 01.2.1984 (Calciatore della Puteolana);
ASTARITA Salvatore, nato a Cercola (NA) il 19.2.1983 (ex calciatore dell’Akragas);
DALENO Savino, nato a Barletta il 2.5.1975 (ex calciatore e consulente di del Brindisi);
FLORA Antonio, nato a Bari il 24.12.1946 (Presidente del Brindisi);
FLORA Giorgio, nato a Gioia del Colle (BA) il 9.3.1982 (Vice Presidente del Brindisi);
MORISCO Vito, nato a Bari il 14.4.1970 (Direttore Generale del Brindisi);
DI NICOLA Ercole, nato ad Atri (TE) il 05.04.1977 (Direttore Sportivo de L’Aquila);
NUCIFORA Vincenzo, nato a na il 29.07.1945 (ex Direttore Sportivo della Torres);

In manette sono finiti oltre 15 calciatori, 6 di società sportive, 8 dirigenti sportivi, allenatori, direttori generali, 10 “finanziatori” (scommettitori italiani, maltesi, del Kazakistan, della Russia, e Serbi).

Tutto è partito da una indagine su un boss della ‘nrangheta lametina, Pietro Iannazzo che aveva interessi sulla squadra di calcio Neapolis e, seguendo lui, gli investigatori dello Sco e della squadra mobile di Catanzaro, hanno scoperto questo grande giro nazionale ed internazionale sui campionati di calcio italiano dilettanti e (alcune anche di serie B) con scommesse milionarie su partite truccate con la complicità di giocatori, allenatori, e “magazzinieri” che si vendevano per migli di euro per decidere chi doveva vincere e chi doveva perdere.

Uno dei personaggi chiave di quest’ultimo del calcio italiano è Fabio Di Lauro che, secondo gli investigatori è “il rappresentante unico in Italia dei signori delle scommesse” nazionali ed , che investivano ed incassavano milioni di euro che transitavano attraverso banche turche, serbe, ed italiane.

Tra le squadre coinvolte, al momento sono trapelati i nomi di Crotone (serie B), Catanzaro e Vigor Lamezia (), Montalto e Hinterreggio (serie D), tutti club calabresi.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply