ULTIM'ORA

Buffon leggenda, ma: “ho rischiato di non giocare!”

record-buffon-batte-seba-rossi-poi-ringrazia-i-compagni-uno-a-un-717949

di Antonella Lamole - Ora lo si può dire: Gigi Buffon è il numero uno dei numeri uno!
Alle 15:06 il portiere ha battuto il record d’imbattibilità in superando il di Sebastiano conquistato nella stagione 1993-1994.
Con più di 930′ il numero 1 diventa leggenda. Il record è stato accolto dai bianconeri all’Olimpico granata con un applauso. Dalla anche lo striscione: “Gigi numero 1! Leggenda”.
L’imbattibilità di Buffon si è poi fermata a 974′, al rigore- di Belotti.
Prima l’ultimo a battere Buffon in campionato, era stato Antonio Cassano, al 19′ st di -.
Con il Sassuolo venerdì 11 marzo Gigi aveva superato Zoff (a 903′) nell’imbattibilità dei portieri Juve.

Dopo la partita Buffon ha raccontato…
“Ho trascorso una notte agitata, avevo la febbre e al risveglio stavo un po’ così. Una leggera influenza e con il timore di non poter giocare e sarebbe stato… beh, capite che cosa sarebbe stato. Poi ho cominciato a pensare positivo, e quei pensieri mi hanno portato in campo perché era giusto così. Non potevo perdere questa partita per tre motivi: per questo personale; perché è un derby e i derby vanno onorati; e perché abbiamo vinto e non era fa vincere dopo la tramvata presa a Monaco”.
“Abbiamo vinto e sono orgoglioso di quello che la squadra ha fatto, sono felice di giocare in una squadra così, piena di compagni che hanno valori tecnici e morali come pochi, i valori che anche il mister ci ha trasmesso nei momenti che contano. Siamo felici, ora è giusto che ci godiamo qualche giorno di festeggiamenti perchè certe cose vanno festeggiate”.

SU FACEBOOK
Gigi ha voluto ringraziare i suoi compagni per il record raggiunto attraverso il suo profilo facebook. Un messaggio preparato già prima del derby…

“Nessun record è figlio di un sino e non si è numeri 1 fuori da un gruppo: allora voglio dire grazie a…

…Neto per la tranquillità che dona a tutta la squadra ogni volta che scende in campo
…Rubinho, leader paziente e silenzioso
…Chiello perché ‪#‎finoallafine‬ lui non molla mai
…Caceres per l’entusiasmo che mostra anche nei momenti più difficili
…Alex Sandro perché vederlo sale l’uomo è sempre un piacere
…Barzagli: da clonare, subito
…Bonucci, per la sua personalità a testa alta sempre al servizio della squadra
…Rugani, perché saper ascole è una dote rara
…Stephan, gambe e di questa Juve
…Evra, se non ci fosse bisognerebbe comprarlo
…Khedira: l’uomo giusto sempre nel posto giusto
…Marchisio, l’unico giocatore che conosco di colore bianco/nero
…Pogba, perché non vive il calcio ma lo inventa
…Hernanes, perché ogni squadra deve avere il proprio Profeta
…Lemina, semplicemente uno da Juve
…Padoin, dove lo metti sta, e sta benissimo
…Asamoah, la sua voglia di calcio è più forte di qualunque infortunio
…Sturaro, “lotta, cade, si rialza e sempre vincerà”
…Pereyra perché la fantasia è il sale di questo sport
…Zaza, nato per segnare da qualunque posizione
…Morata, di lui c’è sempre bisogno
…Cuadrado, perché ogni volta che parte sembra dire “prendimi se ci riesci”
…Mandzukic, primo ad attaccare e sempre primo a difendere
…Dybala, se dopo Thuram, Zidane e Pirlo il 21 è andato a lui, un motivo ci sarà
…e al Mister, un vincente nel tempio dei vincenti!”

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply