ULTIM'ORA

Blatter vattene: 1200 morti in Qatar!

Qatar to host 2022 Soccer World Cup

di Bianca Latte - “Blatter e la debbono fare molto di più perchè il del a parole è attento ma nella realtà le cose non vanno come dicono. La e gli sponsor commerciali possono esercitare quella pressione necessaria per evitare che questa strage si compia, non si puo’ giocare in insanguinati“. E’ l’appello, ai microfoni di “Radio Anch’io ” su RadioUno, di Walter Schiavella, segretario generale Fillea, la categoria degli edili Cgil. “Abbiamo fatto un’ispezione nello scorso novembre assieme ad altre delegazioni e le stime danno 1.200 nei cantieri – denuncia – Oltre 300 per cadute o per i classici incidenti mortali, ma 900 sono determinate da condizioni drammatiche di lavoro, 12 ore al giorno a quasi 40 gradi e quasi sempre con condizioni al di fuori dal lavoro altrettanto drammatiche”. La maggior parte degli operai arrivano dal Nepal, dal , da Paesi asiatici “e vengono impiegati il sistema della kafala: l’ingresso nel Paese e’ consentito solo se c’e’ uno ‘sponsor’ che pero’ e’ di fatto un mediario che prende i passaporti e affitta i lavoratori alle imprese, che hanno ben pochi scrupoli a impiegarli nelle condizioni peggiori, sia dal punto di vista della sicurezza che ambientale. Gli operai vivono in condizioni di semischiavitu’, spesso non vengono pagati e quando vengono pagati si parla di 200-300 euro al mese”. Per Schiavella “l’arma piu’ importante e’ la pressione dell’opinione blica sulla e sugli sponsor commerciali, bisogna agire sui per colpire essi che non possono essere scaricati sulla pelle dei lavoratori”. In c’e’ stata una prima risposta della Figc “che si e’ impegnata a prestare attenzione a questo fenomeno ma e’ importante che tutte le Federazioni nazionali agiscano: la deve imporre al condizioni adeguate per i lavoratori, nel rispetto dei diritti umani”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply